LOADING

Type to search

Di Carlo a SportItalia: “Grande gara contro Varese. Recalcati esonerato? Mi domanda allora se la nostra figura di allenatori è portante nel sistema”

Share

Milano. Dopo una incredibile vittoria all’ultimo secondo sul campo della Pallacanestro Varese, il coach dell’Orlandina Basket Gennaro Di Carlo, è stato ospite della trasmissione Domenica Basket sul canale SportItalia (225 di Sky e 60 DTV). L’occasione è stata interessante per parlare a 360° della giornata di campionato.

ESONERO DI COACH RECALCATI.

“Sono rimasto immediatamente colpito, perché se delle persone che hanno tanta esperienza come Recalcati e Sacchetti rischiano, uno come me che si avvia a fare questa attività si pone subito la domanda sul se la nostra figura di allenatori è portante nel sistema. Siamo obbligati a farci forza con i risultati. Credo che l’esonero è brutto per tutti. Per chi lo subisce è un qualcosa che ti rimane dentro. Bisogna avere grande capacità di reagire. Credo che Recalcati avrà già in testa quello da fare nell’immediato”.

LA VITTORIA DELLA BETALAND CONTRO VARESE.

“E' stata una gara molto delicata che è stata decisa nei momenti finali. Ci teniamo stretti questi punti per la lotta finale.

Tanjevic diceva che nei momenti cruciali ‘culo mangia pigiama’. Ci capita che quando realizziamo che possiamo vincere la partita ci facciamo prendere dall'area. Questa volta siamo stati lucidi nel finale. Alla fine comunque sono episodi: questa volta ha esultato Capo d'Orlando. Per noi è un passo molto importante e tanta roba. Per noi è una stagione molto complicata, ci ha rimesso Griccioli. Oggi godiamo di una energia diversa con due giocatore come Boatright e Nankivil che aiutano a fare in modo che Capo d’Orlando possa rimanere in Serie A. Nonostante tutto il progetto di questa estate va vanti. Mi preme sottolineare anche il lavoro di Laquintana; insomma un mix di americani e giovani che speriamo possa essere la chiave della salvezza.

LA DIFFICOLTA’ DI SUBENTRARE IN PANCHINA E LA PALLACANESTRO IN SICILIA.

“E' difficile nella misura in cui lo devi fare con grande incoscienza. Capo d'Orlando ha un'energia magica, è una città che ti fa sentire in famiglia. Chiaramente noi siamo tutti coinvolti in questa salvezza che per Capo vale tantissimo, poiché diventa un'eccellenza per il territorio per tutta la Regione.”.

IL MOMENTO DI CREMONA.

“Vista la nostra situazione in classifica, la sconfitta di Torino ci fa gioco. E’ una nostra diretta concorrente e sta bene lì (ride ndr). Bisogna riconscere che Cremona sta facendo un ottimo lavoro.  Credo che la loro stagione sia cambiata quando hanno perso in casa con Trento. Cesare (Pancotto) è riuscito in questo a ricostruire una squadra che sta dando risultati eccezionali”.

IL MOMENTO DI REGGIO EMILIA.

“Credo che Reggio Emilia abbia pagato oltremodo le assenze ed una serie di partite molto ravvicinate. Reggio oggi ha pagato la stanchezza e le energie mentali. Sia De Nicolao e sia Della Valle siano andati sottotono poichè stanno tirando avanti ‘la carretta’ da troppo tempo. Reggio in queste condizioni sapeva che rischiava di perdere, ed ha perso”.