LOADING

Type to search

Cremona sesta meraviglia, battuta anche Bologna

Share

Partenza in salita per i padroni di casa che faticano a concretizzare in fase offensiva quanto fatto nella propria metà campo. Gaspardo sale in cattedra sul finale di quarto (14-15), mentre il cambio di passo arriva nel secondo periodo sempre con difesa e attacco corale. A guidare il gioco di squadra della Vanoli è Marco Cusin, faro dell’attacco biancoblu con 8 punti nella sola seconda frazione. La Virtus rientra nel finale trascinata dalla verve del play classe ’92 Abdul Gaddy: 8 a 0 di parziale e 11 per lui nel quarto. A gara riaperta (35 a 30 al 20′), Cremona perde lucidità nella ripresa concedendo in sei minuti un 20 a 5 di parziale in favore delle V nere. Washington d’energia riporta la Vanoli a contatto, mentre è Tyrus McGee a dominare il finale di quarto con anche la bomba allo scadere. Nell’ultimo periodo Vitali, McGee e Cusin tengono davanti Cremona che chiude i conti sul 73 a 63.

PRIMO QUARTO (14-15):

Virtus subito aggressiva con Williams che segna allo scadere e primi possessi a ritmo decisamente alto con Cremona che non risce a sbloccarsi con Washington e perde banalmente un pallone a metà campo. L’incursione a centro area di Southerland non viene premiata, i biancoblu serrano le fila in difesa, costringendo gli avversari all’infrazione di 24 secondi per poi pareggiare grazie al piazzato di un propositivo Southerland. Mazzola ferma fallosamente Cusin, Vitali perde palla e Southerland manda in lunetta Pittman (1/2). Inizio contratto dei padroni di casa e nuova rubata che lancia Mazzola in transizione per la più facile delle schiacciate. Cusin accende il pubblico del PalaRadi con il canestro più fallo (libero realizzato) ai danni di Pittman (5-5 al 5′). Gaddy replica da due e la conclusione di Washington non trova il fondo della retina. Ancora Gaddy a bersaglio e dopo la percussione di McGee coach Pancotto richiama in panchina i suoi per il minuto di sospensione. Cusin è l’indiscusso go to guy: quarto fallo subito dal lungo azzurro e nuova gita in lunetta. La Vanoli alza il pressing e dopo il recupero sulla rimessa Washington mostra le sue doti atletiche salendo a schiacciare. Gaspardo entra con la giusta presenza mentale, non arretra di un centimetro e dopo il fallo non trema dalla lunetta per un 2/2 ai liberi che costringe coach Valli al time out (11-9′ al 8′). Capitan Vitali realizza un solo libero prima di lasciare il posto a Elston Turner, Biligha sfiora l’intercetto, ma l’ex campione NBA Pittman si fa largo usando il fisico. Mian perde e poi recupera subito palla nella metà campo difensiva, McGee con il palleggio dietro schiena elude la retroguardia avversaria e dopo un finale concitato la Virtus chiude in vantaggio di misura. Al 10′ è 14 a 15.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Southerland 2, Vitali 1, Mian, Gaspardo 2, Cusin 5, Cazzolato, Washington 2, Biligha, McGee 2, Turner. All. Pancotto.

Obiettivo Lavoro Virtus Bologna: Pittman 3, Fabiani, Vitali 2, Cuccarolo, Gaddy 6, Williams 2, Fontecchio, Mazzola 2, Oxilia, Fells, Odom. All. Valli.

SECONDO QUARTO (35-30):

Ancora Gaspardo grande protagonista con un libero a bersaglio e poi alto basso tra Odom e Fells che anticipa il taglio centrale di Turner. Luca Vitali sistema i piedi e non tradisce con la bomba dall’angolo (20-17), anche se è la grande difesa la vera chiave tattica della partita: l’attacco di Bologna non trova ossigeno e con due transizioni del tandem Washington-McGee la Vanoli piazza l’allungo. Cusin è un maestro del post basso (26-19) e con una giocata spettacolare Deron Washington illumina per il numero 12 biancoblu che schiaccia per la gioia dell’intero PalaRadi. Bologna subisce il colpo e fatica a riaccendere il proprio attacco (solo cinque segnati in quasi sei minuti), mentre la circolazione palla di Cremona propizia la tripla del sempre puntuale McGee (31-20). Gaddy prova ad alzare la musica in casa Obiettivo Lavoro, Southerland spara sul secondo ferro ed è ancora il play bianconero a ridurre il divario. Bologna torna a contatto sempre con Gaddy, Cusin alza la mano e chiude un 8 a 0 di parziale a sfavore, mentre Cuccarolo riporta a meno 3 la Virtus (33-30 al 19′). Rubata di Jimmy Southerland dopo la tripla fallita e Cusin che va a pulire l’area mandandone altri due a referto. Turner non riesce ad aumentare il bottino personale e dopo due quarti di gioco il tabellone recita 35 a 30 Vanoli.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Southerland 2, Vitali 4, Mian, Gaspardo 3, Cusin 13, Cazzolato, Washington 4, Biligha, McGee 7, Turner 2. All. Pancotto.

Obiettivo Lavoro Virtus Bologna: Pittman 3, Fabiani, Vitali 2, Cuccarolo 2, Gaddy 17, Williams 2, Fontecchio, Mazzola 2, Oxilia, Fells, Odom 2. All. Valli.

TERZO QUARTO (54-52):

Fontecchio inaugura il periodo con una tripla, mentre Cusin apre per Washington che dall’angolo non riesce a rispondere all’avversario. Mazzola trasforma un solo libero, mentre dopo la persa di Southerland è ancora Mazzola a firmare la tripla del sorpasso (35-37 al 22′). Nuova persa in casa Vanoli e time out Pancotto. Al rientro in campo Gaddy continua il personale show, Gaspardo sporca per il tocco a riaprire di Washignton e Cusin d’esperienza conquista altri due falli. Il centro azzurro è efficace dalla linea della carità, salvo poi rovinare su Mazzola: tripla e fallo per un gioco da quattro punti che vale il 43 a 37 del 24′. Pittman respinge Washington, Pancotto richiama Cusin gravato di tre falli e McGee si appoggia a Pittman per appogiarne altri due. Fontecchio aumenta ancora la forbice e Gaddy cambia velocità dal palleggio per il 50 a 39 Obiettivo Lavoro. Washington vuole invertire la tendenza (42-50), Biligha va con la recuperata prima del time out chiesto da Bologna. Ancora Deron a correggere l’errore di Turner ed è sempre Washington a chiedere il sostegno dei tifosi di casa dopo il 46 a 50 che riapre la partita. Secondo rimbalzo di Cazzolato, torna Gaspardo e Mian va con il secondo fallo di serata che manda Fells in lunetta. Errore di Cazzolato dopo l’assist di McGee e Tyrus basso sulle gambe che ruba palla per un’incredibile schiacciata. 51 a 52 e palla Vanoli con McGee che fa esplodere il palazzo con la tripla! Sorpasso Cremona e 54 a 52 al 30′.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Southerland 2, Vitali 4, Mian, Gaspardo 3, Cusin 15, Cazzolato, Washington 11, Biligha 1, McGee 16, Turner 2. All. Pancotto.

Obiettivo Lavoro Virtus Bologna: Pittman 3, Fabiani, Vitali 2, Cuccarolo 2, Gaddy 21, Williams 2, Fontecchio 6, Mazzola 10, Oxilia, Fells 2, Odom 4. All. Valli.

ULTIMO QUARTO (73-63):

McGee ancora protagonista, Biligha non sbaglia al tiro libero e Michele Vitali viene sanzionato dagli arbitri dopo un’infrazione di passi. Cremona tiene in difesa, capitan Luca Vitali spara la tripla in faccia a Pittman e mini break Vanoli (61-52). Pittman si fa perdonare con la schiacciata, poi replicata da Marco Cusin che pesca anche il fallo di Mazzola. Sfida totalmente ribaltata e leadership emotiva nella mani dei padroni di casa che provano a chiudere i conti con la tripla dall’angolo, poi fallita, da Vitali (64-55 al 34′). Quarto personale di Cusin e quarto fallo di squadra e Fontecchio che concretizza solo a metà. Vitali si immola dopo il tocco sul tiro di Gaspardo ed è l’immagine di una squadra che, al di là del risultato, sta dando tutto sul parquet. McGee è inarrestabile e cesella il 20esimo punto di serata, Vitali va con il passo in arretramento e poi fa una delle sue magie costringendo Pittman al quinto fallo di serata: canestro valido e positiva gita in lunetta (71-58 al 37′). Rimbalzone offensivo di Washington e due punti a cui rispondono Fells e il dentro-fuori di Vitali. Bologna ci prova dalla lunga distanza, Vitali perde palla e Cusin raccoglie la corta conclusione di Fontecchio. Dopo una battaglia durata quaranta minuti la Vanoli può esultare, finisce 73 a 63 per i biancoblu.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Southerland 2, Vitali 12, Mian, Gaspardo 3, Cusin 18, Cazzolato, Washington 13, Biligha 3, McGee 20, Turner 2. All. Pancotto.

Obiettivo Lavoro Virtus Bologna: Pittman 6, Fabiani, Vitali 2, Cuccarolo 2, Gaddy 23, Williams 2, Fontecchio 7, Mazzola 10, Oxilia, Fells 4, Odom 7. All. Valli.

Fonte: Ufficio Stampa Vanoli Cremona