LOADING

Type to search

Cremona batte Sassari al termine di un finale thrilling

Share

Si decide negli ultimi secondi l’esito della prima giornata di ritorno tra la Dinamo Banco di Sardegna e la Vanoli Cremona. In una gara ben gestita per 39 minuti dai sassaresi i padroni di casa, condotti da Turner (28 pt) e McGee (16), riescono a riportarsi in parità con 70 secondi da giocare. La partita si decide con un canestro di Turner per il 73-72, la tripla di Alexander trova il secondo ferro e non regala la vittoria alla Dinamo. Buon debutto per Tony Mitchell, entrato al 6’ del primo quarto, a referto con 11 punti, 6 rimbalzi e 2 assist in 21 minuti di utilizzo. In doppia cifra anche Haynes (14 pt), Eyenga (12) e Alexander (13 pt, 2 rb e 5 falli subiti).

 

La scena. Al via il girone di ritorno: al PalaRadi il Banco di coach Marco Calvani incontra la Vanoli Cremona, nell’antipasto della sfida che attende le due squadra ai quarti della Final Eight. Debutto in maglia biancoblu per Tony Mitchell, che indosserà il numero 2: esordio anche nelle fila della Vanoli per l’ultimo arrivato Nikola Dragovic.

Il match. Coach Marco Calvani manda in campo Haynes, Logan, Formenti, Alexander e Sacchetti, coach Pancotto risponde con Dragovic, Vitali, Cusin, Washington e Turner. Sassari apre le danze con un parziale di 4-0, i padroni di casa si sbloccano invece con un 2+1 di Washington. Haynes, autore di 7 punti nei primi 10’, e Alexander conducono i sardi portandoli in vantaggio (7-12). Cremona trova in Cusin un faro, il centro azzurro porta punti e aggressività nel pitturato riportando i suoi in parità. Debutto per Tony Mitchell in maglia Dinamo: il primo quarto si chiude 19 pari grazie al semigancio di Eyenga. Il secondo quarto si apre con un break di 11-2 per la Dinamo, nato dall’energia di una squadra unita e affiatata. Mitchell mette a segno i primi due punti in maglia biancoblu e serve Eyenga per la tripla (21-30). Cremona si sblocca con Cusin, ma Haynes firma il vantaggio in doppia cifra. La Vanoli chiude il primo tempo con un parziale di 8 punti che le permettono di accorciare le distanze e andare negli spogliatoi sul 32-37. Al rientro dall’intervallo lungo i padroni di casa continuano la rimonta con due canestri che sanciscono il -1. Sassari è brava e cinica a cercare lo strappo con Mitchell, sempre più a suo agio possesso dopo possesso, Varnado e Logan (42-48). Mitchell e Alexander chiudono al 30’ 49-55. Avvio di energia nell’ultimo quarto per la Vanoli che si riporta a -4 con Turner e McGee: ci vuole parlare su coach Calvani. I suoi escono bene dal timeout con la bomba di Stipcevic e un ottimo 4/4 di Alexander in lunetta. È una tripla di Haynes a riportare il vantaggio biancoblu in doppia cifra ma Cremona risale la china e firma in parità bombardando dall’arco con McGee e Turner. Quando sul cronometro restano 70 secondi il tabellone dice 70 pari. Biligha fa 1 /2 dalla linea di carità, non trema invece la mano a Mitchell mandato in lunetta proprio dal numero 19 lombardo. Turner mette a segno il tiro dalla media per il +1 dei padroni di casa: con 5 secondi sul cronometro il tiro di Alexander non trova la retina. I padroni di casa vincono di misura 73-72.

 

Vanoli Cremona – Dinamo Banco di Sardegna

Parziali: 19-19; 13-18; 17-18; 24-17.

Progressivi: 19-19; 32-37; 49-55; 73-72.

Vanoli Cremona – Dragovic 5, Vitali, Mian, Gaspardo, Cusin 12, Cazzolato, Washington 11, Biligha 1, McGee 16, Turner 28. All. Cesare Pancotto.

Dinamo Sassari – Haynes 14, Mitchell 11, Logan 9, Formenti, Devecchi 2,  Alexander 13, D’Ercole, Marconato, Sacchetti, Stipcevic 3, Eyenga 12, Varnado 8. All. Marco Calvani.

Arbitri: i signori Tolga Sahin, Gianluca Sardella e Gianluca Calbucci.

Ufficio Stampa Dinamo Banco di Sardegna Sassari