LOADING

Type to search

Cremona all’ottava meraviglia, battuta anche Avellino

Share

Primo quarto di alti e bassi per i padroni di casa e parziale Cremona targato Cusin che anticipa la successiva reazione di Avellino con Acker protagonista. L’equilibrio prosegue nel secondo periodo con entrambe le squadre che rispondono colpo su colpo. Gli Irpini provano a mettere la freccia, ma nel finale di quarto McGee e Turner ridanno verve alla manovra locale. Gara scorbutica anche nella ripresa con errori da ambo le parti: Biligha ci mette l’energia, Leunen si fa trovare pronto e la soluzione del giallo è rimandata all’ultimo periodo (43-47 al 30′). Cusin alza i giri del motore cremonese, Vitali firma il sorpasso (51-50 al 35′) e McGee prova a disegnare l’allungo. Avellino tenta il tutto per tutto, ma McGee, Vitali, Cusin e Washington regalano ai biancoblu l’ottava vittoria consecutiva. Vanoli Cremona alla final 8 di Coppa Italia!

PRIMO QUARTO (15-16):

E’ Marques Green ad inaugurare l’incontro con la tripla dall’angolo, ma Vanoli subito reattiva con Washington che pesca il primo fallo di Cervi. Due su due con brivido dalla lunetta e difesa cremonese che risponde presente nell’azione successiva forzando ad una conclusione fuori ritmo Avellino. Washington inchioda al tabellone la palla di Cervi, Cusin con il piazzato firma il sorpasso e dopo un’azione insistita da parte dei biancoverdi, i padroni di casa partono in transizione e ci provano ancora con Cusin che questa volta non trova fortuna. Jimmy Southerland brucia la retina, Leunen spara in uscita dai blocchi ma fallisce e Marco Cusin aumenta il divario con il tiro dalla media, vero marchio di fabbrica. Appoggio sfortunato di Cusin, bomba di Acker e 8 pari griffato da Cervi. Timeout Pancotto che propizia il cambio Cusin-Biligha, anomala persa di Vitali e movimento vincente di Acker prima del tentativo di Southerland e del tocco disperato di Biligha. Rimessa dal fondo per gli Irpini, anche se l’ottima difesa biancoblu porta al recupero e sul ribaltamento di fronte arriva la seconda persa del capitano. Buva ne appoggia due al vetro, poi McGee entra con la moto creando scompiglio nell’area biancoverde per il 12 a 12 dell’8′. Si torna sul parquet dopo il minuto di sospensione e Buva prosegue con il momento positivo, mentre l’ottima circolazione palla locale porta Turner alla tripla. Veikalas muove la retina, poi Cremona recupera palla con Gaspardo che ci prova allo scadere. La palla scheggia solo il ferro e al 10′ il tabellone recita 16 a 15 Avellino.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Southerland 2, Vitali, Mian, Gaspardo, Cusin 4, Cazzolato, Washington 2, Biligha, McGee 4, Turner 3. All. Pancotto.

Sidigas Avellino: Norcino, Ragland, Green 3, Veikalas 2, Acker 5, Leunen, Cervi 2, Severini, Nunnally, Pini, Buva 4, Parlato. All. Sacripanti.

SECONDO QUARTO (30-32):

Due falli di Mian (terzo di squadra) in avvio di periodo e Nunnally che non trema dalla lunetta. La Vanoli fatica a trovare valide soluzioni offensive e nel possesso successivo McGee viene respinto dopo la penetrazione per un’infrazione di 24 secondi. La doppia stoppata di Marco Cusin riaccende l’entusiasmo del PalaRadi e Vitali riporta Cremona sul meno 1 (17-18), prima dell’errore con spazio di Turner, del 2/2 di Southerland e della tripla di Veikalas che mantengono pressoché invariato il divario. Alto basso per Cusin che non trova fortuna e McGee che opera anche il recupero, con Washington che sale più in alto di tutti a dire di no a Nunnally. Leunen duella da tre con McGee (22-24), Nunnally piazza la bomba e Turner prende il posto di Southerland. Con Cervi che spende il secondo fallo di serata, Cusin fa 2/2 dalla lunetta e subito dopo lo stesso numero 14 ospite viene richiamato in panchina dopo il terzo fallo (commesso in attacco). McGee è super, Turner lo imita e la Vanoli ritrova continuità offensiva in una sfida senza un vero padrone. A chiudere il quarto sono il primo fallo di Cusin, il time out Vanoli e lo 0/2 ai liberi di Buva. Cusin sbaglia in avvicinamento, Vitali va con la stoppata e l’errore ospite sulla sirena vale il 30 a 32 del 20′. Stesso parziale del primo periodo e ripresa che si prospetta infuocata.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Southerland 4, Vitali 2, Mian, Gaspardo, Cusin 6, Cazzolato, Washington 4, Biligha, McGee 9, Turner 5. All. Pancotto.

Sidigas Avellino: Norcino, Ragland, Green 3, Veikalas 5, Acker 5, Leunen 3, Cervi 2, Severini, Nunnally 5, Pini, Buva 9, Parlato. All. Sacripanti.

TERZO QUARTO (43-47):

Errore di Southerland dopo un’azione ben costruita dai biancoblu e dai e vai tra Cusin e Vitali che valgono il primo fallo di Buva. Turner va con una magia dal palleggio e Jimmy Southerland non può che infilare la bomba del nuovo sorpasso Cremona. Leunen risponde con la tripla, Vitali perde palla e Southerland respinge al mittente l’alzata di Green per poi alzare di nuovo la mano e sparare lungo sul secondo ferro (33-35 al 3′). Vitali impatta da centro area, Acker non si scompone e Nunnally va con la bomba. La partita sale decisamente di colpi grazie alla stoppata di Southerland e alla correzione aerea di Biligha dopo il tiro di Washington. Ancora Biligha protagonista con la schiacciata d’energia, poi Deron Washington concretizza il recupero e McGee fa tutto bene, salvo fallire il comodo appoggio. Leunen punisce immediatamente, Biligha si carica sulle spalle l’attacco cremonese e dopo una serie incredibile di errori è Cervi a fissare il più 4 Avellino (43-47) del 30′.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Southerland 7, Vitali 4, Mian, Gaspardo, Cusin 8, Cazzolato, Washington 4, Biligha 6, McGee 9, Turner 5. All. Pancotto.

Sidigas Avellino: Norcino, Ragland, Green 3, Veikalas 5, Acker 7, Leunen 9, Cervi 4, Severini, Nunnally 8, Pini, Buva 11, Parlato. All. Sacripanti.

ULTIMO QUARTO (64-58):

Ragland prova ad affondare il colpo con la tripla, Pancotto rimette l’asse Vitali-Cusin e il centro della Nazionale ripaga subito la fiducia del coach mandandone a referto altri due (45-50 al 32′). Dentro e fuori di Gaspardo che tira senza paura, doppio rimbalzo di Cusin dopo il secondo ferro di Mian e Cervi che spende il quarto fallo proprio sul numero dodici di Cremona. Gaspardo non arretra di un centimentro, il PalaRadi diventa una polveriera e sulla successiva rubata l’entusiasmo è alle stelle. Cusin conclude, ma va corto, Ragland lancia una mattonata e Vitali fa esplodere il pubblico di casa mandando a bersaglio la tripla del 51 a 50. L’inerzia della sfida sembra cambiare: magia in allontanamento di Turner, fallo in attacco di Buva e capitale rimbalzo di Gaspardo che propizia il successivo fallo di Nunnally su Vitali (1/2). Perfetta rotazione di palla di Nunnally e nuova bomba, poi altro giro in lunetta del capitano (2/2) e strappo Vanoli con la tripla di McGee (60-55). Washington e Nunnally trovano il fondo della retina, McGee d’astuzia pesca un rimbalzo e serve la corrente Cusin che schiaccia di potenza. Altro rimbalzo di McGee e stoppata pazzesca di Washington che decide la partita. Leunen fallisce il jumper a centro area e Cusin raccoglie il rimbalzo che vale incontro e due punti.

*Tabellino:

Vanoli Basket Cremona: Southerland 7, Vitali 10, Mian, Gaspardo 2, Cusin 13, Cazzolato, Washington 6, Biligha 6, McGee 12, Turner 8. All. Pancotto.

Sidigas Avellino: Norcino, Ragland 3, Green 3, Veikalas 5, Acker 7, Leunen 9, Cervi 4, Severini, Nunnally 14, Pini, Buva 13, Parlato. All. Sacripanti.

 

Fonte: Ufficio Stampa Vanoli Cremona