LOADING

Type to search

Coppa: “Il 2015 è stato un anno complicato”

Share

Dalle pagine de La Pralpina parla il Presidente della Stefano  Coppa.
“Il 2015 è stato un anno complicato, a partire dalle dimissioni di Vescovi e Pozzecco che hanno chiuso un ciclo storico della società. Per ripartire abbiamo valorizzato le risorse interne e ci siamo affidati a professionisti che ci aiutassero a costruire un progetto duraturo. La classifica non ci dà ragione, però bisogna osservare il quadro nel suo insieme: abbiamo seminato tanto al di fuori della prima squadra, cercando di creare qualcosa che aiuti una realtà dal budget medio come la nostra a mettere basi solide.Paghiamo la pochissima esperienza di serie A di un roster inizialmente molto giovane. Senza Vescovi non c'è più un uomo di basket nel CdA? Ma le scelte sono interamente nelle mani dell'area tecnica, con un professionista di grandissima esperienza come Arrigoni e un allenatore emergente che ha già dato prova del suo valore come Moretti. I risultati del campo, figli delle scelte di mercato, sono molto diversi dalle nostre aspettative; però diamo fiducia e lasciamo lavorare chi ha fatto la squadra e chi la sta allenando. E alla fine tireremo le somme. Però l'indirizzo è chiaro: creare uno zoccolo duro di italiani ed europei con contratti pluriennali, che ci renda meno dipendenti dalle scelte sugli americani, e rilanciare il settore giovanile è la strada giusta. Abbiamo sbagliato alcuni ingredienti e pagato uno scotto importante nel primo anno di questa ge- stione, ma pur con gli opportuni correttivi la ricetta è valida e non va buttata via”