LOADING

Type to search

Capo d’Orlando: ancora una sconfitta! Passa Cremona 85-95

Luigi Liguori 14 gennaio 2018
Share

Una partita dai due volti quella del PalaSikeliArchivi tra la Betaland Capo d’Orlando e la Vanoli Cremona, che ha visto gli ospiti imporsi per 95-85.

I paladini hanno approcciato la partita nel modo giusto, con grande attenzione e aggressività, mordendo in difesa e sfoderando un primo quarto da 6/8 nel tiro pesante (con Mirza Alibegovic a quota 3/4 e già 11 punti), prima di allungare fino al +15 in avvio di secondo quarto grazie alla regia di Eric Maynor (chiuderà con 9 assist, 6 rimbalzi e 28 di valutazione), la potenza di Voja Stojanovic (nella foto di Giovanni Pappalardo) e la sostanza di Kuba Wojciechowski (39-24 a 6’30 dall’intervallo, 6 rimbalzi per il polacco alla fine).

Coach Di Carlo deve gestire le rotazioni con un minutaggio ancora ridotto per Engin Atsur (14′), mentre dall’altra parte sale l’intensità col passare dei minuti. La gara torna in equilibrio grazie allo scatenato Johnson-Odom, che poi segna anche i primi 5 punti al rientro dagli spogliatoi prima della schiacciata di Martin che obbliga l’Orlandina al time-out e porta gli ospiti avanti 50-53 con 8’39 sul cronometro del terzo quarto.

Maynor risponde colpo su colpo al suo “collega” cremonese, firmando anche l’ultimo vantaggio dei padroni di casa con 5’25 da giocare prima dell’ultima pausa (62-59). Il playmaker americano tiene i suoi agganciati alla partita fino al -6 con 5′ da giocare: prima la rubata e il layup, poi l’assist per Wojciechowski e infine i tiri liberi del 73-79.

Lì Cremona dà la spinta decisiva con le triple di Johnson-Odom e Fontecchio, toccando il +13 e gestendo il vantaggio nel finale.

Martedì sera si torna in campo al PalaSikeliArchivi: arrivano i campioni in carica della Basketball Champions League, l’Iberostar Tenerife. Domenica prossima, in campionato, la prossima sfida vedrà gli orlandini impegnati sul campo della The Flexx Pistoia, domenica sera, con diretta su Rai Sport HD alle 20.45.

Betaland Capo d’Orlando – Vanoli Cremona 85-95 (27-21, 50-46, 64-67)

Betaland Capo d’Orlando: Gio. Galipò ne, Alibegovic 15 (1/1, 4/8, 1/2 tl), Maynor 22 (4/4, 4/9, 2/3 tl), Ihring ne, Atsur (0/1, 0/1), Kulboka 6 (1/2, 1/2, 1/2 tl), Carlo Stella ne, Delas 8 (3/4, 2/4 tl), Wojciechowski 18 (8/9, 2/3 tl), Stojanovic 11 (4/8, 1/4, 0/2 tl), Ikovlev 5 (2/5, 0/4, 1/2 tl), Già. Galipò ne. All: Di Carlo

Vanoli Cremona: Johnson-Odom 25 (3/6, 4/9, 7/7 tl), Martin 9 (2/6, 0/1, 5/7 tl), Gazzotti 10 (3/3, 1/2, 1/2 tl), Diener T. 4 (0/2, 1/2, 1/2 tl), Ricci, Ruzzier 2 (1/1, 0/1), Portannese 5 (1/1 da 3, 2/2 tl), Fontecchio 13 (2/6, 3/5), Sims 12 (5/6, 0/1, 2/2 tl), Diener D. 3 (1/5 da 3), Milbourne 12 (2/4, 2/5, 2/2 tl). All: Sacchetti

Fonte: Ufficio Stampa Betaland Capo d’Orlando

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1