LOADING

Type to search

Cantù sconfigge agevolmente Capo d’Orlando

Share

Inizia bene il girone di ritorno per l’Acqua Vitasnella che, tra le mura amiche della Mapooro Arena, supera agevolmente la Betaland Capo d’Orlando per 84 a 56 al termine di un match sempre al comando.

Avvio di partita favorevole a Cantù che con la bomba di Heslip, Johnson e Tessitori si porta sul 7 a 2 dopo due minuti nonostante i liberi di Stojanovic. La seconda tripla di Heslip fa volare i bianco- blu sul +8 (10 a 2). Brady, dalla lunga, replica a Bauwers, Oriakhi appoggia il -7 ospite (13 a 6) a metà della prima frazione. I padroni di casa provano a scappare con Fesenko, ma Perl e Bowers avvicinano i siciliani sul -5 (15 a 10). Il contro- break interno, tutto firmato Hodge, permette alla formazione di coach Bazarevich di allungare sul +10 (20 a 10) a due minuti dal termine del quarto. Nankivil, dalla lunetta, risponde a Hodge e l’Acqua Vitasnella chiude il primo periodo al comando per 22 a 12.

La seconda frazione si apre con il personale di Fesenko a cui replica immediatamente Laquintana. E’ la bomba di Basile a far tornare Capo d’Orlando a -6 (23 a 17). Cantù non ci sta e con Wojciechowski e Heslip si riporta sul +8 (27 a 19) a sette minuti dall’intervallo nonostante la penetrazione di Laquintana. La Betaland prova a rientrare con Laquintana e Nankivil, ma i bianco- blu, grazie a Hodge, rimangono avanti per 30 a 22 a metà del secondo quarto. Fesenko schiaccia, Nankivil non sbaglia dalla media, prima della penetrazione di Hodge che vale il +10 interno (34 a 24). E’ il tiro pesante di Hodge a far volare i padroni di casa sul +13 (37 a 24) a due minuti dalla fine del primo tempo. L’Acqua Vitasnella continua a difendere con intensità e con cinque punti consecutivi di Abass allunga sul +17 (42 a 25) dell’intervallo.

Il secondo tempo comincia meglio per Capo d’Orlando che con 4 punti di Oriakhi torna a -13 (42 a 29) dopo due minuti. Cantù reagisce immediatamente e con il gioco da tre punti di Abass si riporta sul +16 (45 a 29). Johnson, con una grande affondata al volo, replica alla bomba di Stojanovic, Fesenko schiaccia il nuovo +17 interno (49 a 32). Sono Ukic e Johnson a far volare i bianco- blu sul +21 (53 a 32) a metà del terzo periodo. Hodge colpisce dall’arco, Nankivil non sbaglia da sotto, prima della tripla di Abass che permette ai padroni di casa di allungare sul +25 (59 a 34) a due minuti dal termine della frazione. Gli ospiti provano a non mollare con Perl e Bowers, ma l’Acqua Vitasnella, grazie a Fesenko, continua a comandare per 62 a 38 alla fine del terzo quarto.

L’ultimo periodo inizia con il libero di Wojciechowski a cui risponde Oriakhi. L’affondata di Johnson porta Cantù sul +25 (65 a 40) a 8 minuti dalla conclusione del match. La Betaland tenta di reagire con Bowers, i bianco- blu però, con le bombe di Heslip e Wojciechowski, scappano sul +29 (71 a 42) a metà dell’ultima frazione. Stojanovic replica ad Abass, Oriakhi alla tripla di Ukic e i padroni di casa rimangono avanti per 76 a 46. Il tiro pesante di Laquintana avvicina i siciliani sul -27 (76 a 49) a due minuti e mezzo dalla fine della gara. Il divario resta sostanzialmente invariato negli ultimi istanti della partita con l’Acqua Vitasnella che conquista un agevole successo con il punteggio di 84 a 56.

ACQUA VITASNELLA CANTU’ 84

BETALAND CAPO D’ORLANDO  56

 (22- 12, 42- 25, 62- 38)

  ACQUA VITASNELLA CANTU’: Ukic 5, Abass 13, Heslip 16, Zugno, Wojciechowski 6, Cesana, Johnson 8, Tessitori 6, Fesenko 12, Hodge 18. All. Bazarevich.

BETALAND CAPO D’ORLANDO: Galipò ne, Stojanovic 10, Ihring, Basile 3, Ilievski 1, Laquintana 10, Perl 4, Munastra ne, Albo ne, Bowers 8, Oriakhi 11, Nankivil 9. All. Di Carlo.

Arbitri: Biggi, Rossi, Attard.

 

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Cantù