LOADING

Type to search

Cantù, coach Sodini dopo gara-2: “Non possiamo permetterci blackout del genere contro Milano”

Fabrizio Fasanella 14 maggio 2018
Share

Marco Sodini, capo allenatore della Pallacanestro Cantù, ha commentato la sconfitta esterna in gara-2 dei quarti di finale contro Milano: “La misura della nostra aggressività durante l’anno sono stati i falli spesi nel primo quarto. Abbiamo avuto le rotazioni corte, Crosariol non c’era causa febbre e queste situazioni non ci hanno aiutato. Ma nei primi 10 minuti abbiamo speso solo due falli: è questa cosa che ci sta mancando a livello di aggressività nella serie. Siamo una squadra che ha sempre avuto orgoglio. Milano non ci sta facendo correre, ha un organico con la struttura da Eurolega e sa giocare a un ritmo diverso: non possiamo permetterci un blackout in cui prendiamo 22 punti. Devo dire bravi ai miei giocatori, che hanno avuto il carattere di rientrare e sono riusciti a giocare con un’altra faccia in difesa; nello spirito del gioco abbiamo cominciato a picchiare, non abbiamo fatto pagare i mismatch e siamo tornati un paio di volte a -7. In casa nostra dovremo correre di più e giocare in modo più consistente nei 40 minuti. Mi serviva un segnale di vita da parte dei miei giocatori: l’ho avuto ed ora dobbiamo giocare una partita dopo l’altra per allungare la serie. Ho sempre detto che eravamo intrusi ai playoff, ma non molliamo una virgola e la serie non è ancora finta”.

Tags:
Fabrizio Fasanella

Nasce a Milano, dove vive tuttora, l’1 Novembre del 1996. Studia comunicazione e società all’Università degli Studi di Milano dopo cinque anni di liceo delle scienze umane opzione economico-sociale all’Istituto Tenca. Gioca a basket dalla terza elementare alla quinta superiore, girando diverse società milanesi e dell’hinterland. Appassionato ed esperto della stella dei Nuggets Danilo Gallinari, nel 2010 apre una pagina Facebook a lui dedicata che gli permette di farsi notare e di avere la possibilità di unire le sue due più grandi passioni: la pallacanestro e la scrittura giornalistica. All’inizio della stagione 2012-13 comincia a pubblicare i primi articoli sull’Olimpia Milano per ScoutingCenter.net (la “vecchia” versione di The Basketball Post) e già nel 2014, a 18 anni nemmeno compiuti, ha l’opportunità di vivere da giornalista accreditato le Final Four di Euroleague a Milano e le finali scudetto (nei match al Forum d’Assago) tra l’Olimpia e la Mens Sana. Verso la fine del 2014 diventa, tra le altre collaborazioni, vice responsabile di Redazione del sito assieme ad Alessandra Conti. Su Facebook lo trovate sulla pagina “Fabrizio Fasanella’s Basketball Articles”. I suoi giocatori preferiti di sempre sono il già citato ‘Gallo’, Ray Allen, Kobe Bryant, Vassilis Spanoulis, Manu Ginobili e Sasha Djordjevic. Sul web scrive anche di benessere e sport all'aria aperta.

  • 1