LOADING

Type to search

Cantù, coach Sodini dopo gara-1: “Milano superiore sotto ogni aspetto. Poca reattività da parte nostra”

Fabrizio Fasanella 12 maggio 2018
Share

Marco Sodini, capo allenatore della Pallacanestro Cantù, ha commentato la sconfitta esterna in gara-1 dei quarti di finale a Milano: “Quando si perde una gara in questo modo non si può fare altro che dire questo: l’avversario è stato superiore in ogni parte del campo. Non amo girare attorno alle cose. Milano ha dominato la partita. Nell’intervallo, Eurosport mi ha chiesto come vedessi le cose e io ho risposto che, se non si piegano le gambe, è difficile competere. Non mi è piaciuto di noi il come, non il cosa: non siamo mai stati in grado di giocare senza inseguire, prima di tutto difensivamente. Vi dico con tutta franchezza che noi siamo una squadra poco esperta nei playoff, inoltre l’ambiente di stasera era molto bello e poteva starci che qualche mio giocatore lo soffrisse. La cosa bella dei playoff, però, è che nella sostanza è come se avessimo perso di un punto all’ultimo secondo. Non dobbiamo perdere consapevolezza e cercheremo di fare qualsiasi cosa per reagire. Ci teniamo soprattutto per noi stessi, perché dopo una stagione del genere non voglio lasciare con il ricordo di giocatori che si fanno battere a ogni azione. Quando i giocatori sono così poco reattivi è anche difficile fare tattica”.

Tags:
Fabrizio Fasanella

Nasce a Milano, dove vive tuttora, l’1 Novembre del 1996. Studia comunicazione e società all’Università degli Studi di Milano dopo cinque anni di liceo delle scienze umane opzione economico-sociale all’Istituto Tenca. Gioca a basket dalla terza elementare alla quinta superiore, girando diverse società milanesi e dell’hinterland. Appassionato ed esperto della stella dei Nuggets Danilo Gallinari, nel 2010 apre una pagina Facebook a lui dedicata che gli permette di farsi notare e di avere la possibilità di unire le sue due più grandi passioni: la pallacanestro e la scrittura giornalistica. All’inizio della stagione 2012-13 comincia a pubblicare i primi articoli sull’Olimpia Milano per ScoutingCenter.net (la “vecchia” versione di The Basketball Post) e già nel 2014, a 18 anni nemmeno compiuti, ha l’opportunità di vivere da giornalista accreditato le Final Four di Euroleague a Milano e le finali scudetto (nei match al Forum d’Assago) tra l’Olimpia e la Mens Sana. Verso la fine del 2014 diventa, tra le altre collaborazioni, vice responsabile di Redazione del sito assieme ad Alessandra Conti. Su Facebook lo trovate sulla pagina “Fabrizio Fasanella’s Basketball Articles”. I suoi giocatori preferiti di sempre sono il già citato ‘Gallo’, Ray Allen, Kobe Bryant, Vassilis Spanoulis, Manu Ginobili e Sasha Djordjevic. Sul web scrive anche di benessere e sport all'aria aperta.

  • 1