LOADING

Type to search

Brescia: ufficiale l’arrivo di Luca Vitali

Luigi Liguori 1 Agosto 2016
Share

Germani Basket Brescia è lieta di annunciare di aver raggiunto un accordo con Luca Vitali, che vestirà la maglia della Leonessa nella stagione 2016-2017. Vitali, classe 1986, è un play-guardia di 201 cm che vanta una grande esperienza, con 12 stagioni e oltre 300 presenze in Serie A e più di 100 partite disputate con la maglia dell'Italia. Indosserà la maglia numero 7.

“Abbiamo finalmente il piacere di annunciare l'acquisto di Luca Vitali –  afferma la Presidentessa Graziella Bragaglio -. Inserire nel nostro organico un giocatore della sua esperienza è per noi un motivo di grande orgoglio. Luca sarà il vero collante del nostro roster, affidare la regia della squadra a un giocatore come lui è il modo migliore per affrontare la stagione del nostro ritorno in serie A”.

“Sono molto soddisfatto dell'acquisto di Vitali, che ha rappresentato uno dei primi obiettivi del nostro mercato – il pensiero di Andrea Diana, coach della Germani -. Il ruolo del playmaker per me è fondamentale e ho voluto fortemente affidare a lui le chiavi della squadra. So che arriverà carico di entusiasmo e con tanta voglia di fare bene: sono sicuro che darà il suo contributo alla causa e sarà in grado di esaltare le caratteristiche individuali dei propri compagni, secondo quella che ritengo una delle sue maggiori qualità”.

“Sono molto contento di giocare a Brescia, dove ho trovato grande entusiasmo e passione – le parole del nuovo giocatore della Leonessa -. La società ritrova il massimo campionato dopo una bella promozione e io sono lieto di mettere la mia esperienza al loro servizio. Un messaggio ai tifosi? Speriamo di divertirci tutti insieme! Sarà una stagione da vivere tutta d'un fiato, creare la giusta alchimia tra squadra e città sarà un passaggio fondamentale per raggiungere i nostri obiettivi”.

LA SCHEDA – Originario di San Giorgio di Piano (BO), cresciuto cestisticamente nelle giovanili della Virtus, Vitali ha indossato la maglia di molte prestigiose squadre del massimo campionato, da Siena a Milano, da Roma a Venezia, passando da Montegranaro, Virtus Bologna e Cremona, che è stata la sua squadra per tre stagioni. Nell'ultimo campionato, in cui ha difeso i colori della Vanoli, ha collezionato 14 presenze, con 8 punti, 4.5 rimbalzi e 4.6 assist a partita. Nel corso della sua carriera annovera anche una breve esperienza a Gran Canaria, dove ha disputato i playoff del campionato spagnolo nel maggio del 2015.

In Nazionale, il giocatore emiliano vanta un bottino di 116 presenze e 354 punti a referto e la partecipazione a importanti manifestazioni internazionali, tra cui Eurobasket 2013 in Slovenia. Il suo esordio in azzurro risale al dicembre 2006, in occasione dell'All Star Game di Torino. Ha preso parte alle gare di qualificazione ai Campionati Europei nel 2008, 2009, 2010, 2012 e 2014 e a livello giovanile ha disputato gli Europei under 20 (nel 2005 in Russia e nel 2006 in Turchia) e quello under 18 nel 2004 in Spagna.

Fonte: Ufficio Stampa Basket Brescia Leonessa – Alessandro Pediconi

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1