LOADING

Type to search

Beko Final 8: Si fa la storia in 40 minuti

Share

Tutto in 40 minuti. Alla fine le Final Eight di Coppa Italia hanno portato in finale le due squadre più in forma del momento. Nel girone di ritorno, Avellino è imbattuta e ha vinto a Milano. L’Olimpia ha vinto tutte le gare tranne quella conla Sidigas. In classifica, l’Olimpia è di fatto prima: ha le stesse vittorie di Reggio Emilia e Cremona ma una sconfitta in meno. Ci sono tutti gli ingredienti per una grande partita. Avellino ha vinto soffrendo le prime due partite, meglio quella con Reggio Emilia rispetto alla battaglia con Trento, risoltasi all’ultimo possesso. L’EA7 Emporio Armani ha vinto le sue due gare in modo netto, allungando con decisione nel terzo quarto ma comandando virtualmente per l’intera durata delle due partite. “Loro sono stati i primi a batterci in casa dopo alcuni anni. Ho fatto i complimenti a Sacripanti – dice Coach Jasmin Repesa – ma per la legge dei grandi numeri adesso è ora che si fermino dopo tante vittorie. Sappiamo che sono in forma e che ci hanno segnato 20 punti in cinque minuti per passare da meno 13 a più uno nella gara di Milano di qualche settimana fa”.

CONDIZIONI – L’Olimpia ha sostenuto l’utimo walk-through al Lido questa mattina. Permane l’indisponibilità del Capitano Alessandro Gentile. Bruno Cerella è stato dimesso dopo l’operazione al menisco del ginocchio destro di sabato mattina. Coach Repesa dovrà scegliere quali stranieri tener fuori: nelle prime due gare non ha mai giocato tra i nove stranieri Stanko Barac, in una gara non è stato utilizzato Mantas Kalnietis e in semifinale è rimasto fuori Esteban Batista.

COPPA ITALIA – Per l’Olimpia è la finale numero 8 di Coppa Italia. Ne ha vinte quattro su sette. Nel 1972, nel 1986, nel 1987 e nel 1996, anno dell’ultimo trionfo. Perse la prima, nel 1970 contro Varese, poi perse contro Verona nel 1991 e contro Sassari nel 2015. Avellino ha vinto una Coppa Italia, nel 2008 a Bologna contro la Virtus. Playmaker di quella squadra era Marques Green, lo stesso di oggi. L’Olimpia gioca oggi la partita numero 133 di Coppa Italia, finora ne ha vinte 91. Nella classifica assoluta solo la Virtus Bologna vanta più presenze (144).

I PRECEDENTI – 35 i precedenti tra queste due squadre, l’Olimpia comanda 23-12. In Coppa Italia, l’attuale Sidigas ha eliminato l’Olimpia nei quarti di finale due volte, nel 2010 (coach dell’Olimpia era Piero Bucchi) ad Avellino e nel 2011 a Torino (coach dell’Olimpia era Dan Peterson), nella gara in cui l’ex milanese Marques Green distribuì 20 assist, record italiano di sempre. Lo scorso anno sempre nei quarti di finale invece l’Olimpia prevalse di due punti con canestro al buzzer di MarShon Brooks. L’Olimpia ha vinto la partita di andata ad Avellino 83-60 con 21 punti di Kruno Simon ma ha perso in casa nel ritorno con la tripla risolutiva di Marty Leunen 81-80. Kruno Simon fu ancora il primo realizzatore con 20 punti, gli stessi di James Nunnally.

GLI EX – Alex Acker, guardia di Avellino, 33 anni, ha giocato a Milano 14 partite per 130 punti segnati nella stagione 2009/10. Marques Green ha giocato 24 partite a Milano nella stagione 2012/13 con 7.4 punti di media. Joe Ragland ha giocato a Milano la stagione scorsa finendo secondo assoluto nel tiro da tre. Ebbe 11.1 punti e 3.2 assist di media con 44.4% da tre.

SINGOLI IN COPPA – Rakim Sanders ha la possiiblità di bissare il successo dell’anno passato con Sassari quando sconfisse proprio l’Olimpia segnando 20 punti in finale. Nell’EA7 il primo realizzatore fu proprio Joe Ragland con 21 punti. Green e Sanders sono gli unici ad aver già vinto la Coppa Italia.

GLI ARBITRI – Saranno Luigi Lamonica, Paolo Taurino e Manuel Mazzoni. Lamonica ha arbitrato anche la finale della passata stagione.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano