LOADING

Type to search

Beko Final 8: Milano massacra Cremona e raggiunge Avellino in finale

Share

Milano controlla per 40 minuti ed elimina Cremona, incapace di contrastare l’aggressività difensiva, il ritmo e la fisicità sotto le plance dei ragazzi di coach Repesa. Decisivo il parziale biancorosso di 10-0 nel corso del secondo quarto, con il terzo periodo che è servito “solo” ad allontanare ulteriormente gli avversari. Cinque uomini in doppia cifra nel roster meneghino. La statistica dei rimbalzi premia l'Olimpia 50-30. 

 

PRIMO TEMPO

La gara inizia con grande equilibrio anche grazie alla triple in consecuzione di Washington e Jenkins. Simon porta avanti un 5-0 tutto suo per il 10-5 EA7 dopo 4’ circa dalla palla a due, il break biancorosso continua con Macvan e Cremona, però, ritorna a contatto grazie a Cusin, Cazzolato e McGee. Negli ultimi minuti del periodo inizia il momento di McLean, che sfrutta il suo atletismo segnando i 7 punti di fila che fanno volare l’Olimpia sul 24-13; infine Gaspardo accorcia, Turner scrive 2 cadendo all’indietro sulla sirena e la Vanoli limita i danni sul -7 (17-24) dopo 10’.

Cremona rientra fino al -4 con McGee e coach Repesa chiama prontamente timeout. In uscita Sanders stoppa Gaspardo e realizza nell’azione successiva, Lafayette non trema dalla lunetta e Jenkins, dopo una perfetta transizione, mette la tripla del nuovo +11 biancorosso frutto di una difesa da applausi. Poi Simon serve Magro con una magia e Turner chiude il parziale di 10-0 di una Milano nettamente più lucida ed aggressiva. Cusin schiaccia a due mani e prova a scuotere la Vanoli, lo segue Washington, Simon firma il +11 da sotto e Cinciarini, con due canestri ravvicinati, fa guadagnare di nuovo terreno all’Olimpia. 45-31 per i lombardi all’intervallo; il dato dei rimbalzi totali al termine del secondo quarto dice 30 a 14 per le Scarpette Rosse.

 

SECONDO TEMPO

Milano guadagna il +19 dopo la tripla e l’appoggio di Sanders, la musica non cambia dopo il timeout grazie alla “bomba” di Simon, McGee accorcia e Cinciarini si scalda con 4 punti di fila intervallati dal guizzo di Turner. Ci provano Mian e Washington ma l’EA7 ha la gara saldamente in mano e non si scompone di un millimetro: Sanders schiaccia, Jenkins appoggia dopo un recupero difensivo e l’EA7 tocca il +28 che vuol dire massimo vantaggio (76-45 dopo 30’)

Gaspardo e McGee tentano di ridurre il divario con i meneghini ma l’ultima frazione, come dicono gli americani, è puro “garbage time”. Nel finale si mette in mostra anche l’under Vecerina con un assist col contagiri per Magro, Amato scrive 3 e il punteggio finale è di 90-58 per una straripante Olimpia.

 

Beko Final Eight di Coppa Italia, semifinali: Vanoli Cremona – EA7 Emporio Armani Milano 58-90 (17-24, 14-21, 14-31, 13-14)

Cremona: Washington 15, McGee 12

Milano: Simon 17, Sanders 16, Cinciarini 13, Macvan, Jenkins 10. 

Fabrizio Fasanella