LOADING

Type to search

Beko Final 8: le pagelle di Olimpia Milano-Reyer Venezia

Share

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO

McLean: 8 – è ovunque, porta energia e non si scoraggia nonostante l’esclusione dal quintetto base. Fa la differenza in difesa e a rimbalzo, giocando con continuità e risultando sempre presente nei momenti di allungo della sua Olimpia. Atleticamente quando è in forma è di un altro livello.

Lafayette: 7

Gentile: n.e.

Amato: s.v.

Cerella: 6

Macvan: 7

Magro: s.v.

Cinciarini: 8-

Sanders: 7

Jenkins: 6

Simon: 8-

Batista: 5.5

All. Repesa: 7 – l’allenatore biancorosso ha affrontato questo quarto di finale con tranquillità, contro una Venezia troppo brutta per essere vera. Gara preparata alla perfezione dal punto di vista difensivo.

 

UMANA VENEZIA

Goss: 4.5

Bramos: 4.5

Tonut: 5+

Jackson: 5.5

Green: 4 – ha iniziato bene e ha continuato in modo disastroso: il suo calo è stato coincidente con il crollo della Reyer. L’ex Varese è stato spesso l’artefice in negativo degli attacchi statici di Venezia e in diverse occasioni ha forzato in maniera eccessiva. Insufficiente anche in difesa.

Ruzzier: 5

Owens: 6

Ress: 4.5

Simioni: n.e.

Ortner: 4.5

Viggiano: 4.5

Savovic: 5

All. De Raffaele: 5.5 – per lui è stata la prima partita da capo allenatore e si è trovato tra le mani una squadra incerottata e distrutta dal punto di vista psicologico. Poche colpe per l’ex vice di Recalcati, che avrà molto lavoro da fare nelle prossime settimane per provare a risvegliare l’animo spento dei suoi giocatori.