LOADING

Type to search

Bechi: “Umiltà e durezza mentali le armi per ripetersi”

Share

La partita di domenica scorsa, culminata con la vittoria al fotofinish contro l’EA7 Emporio Armani Milano, rimarrà per molto tempo nella mente dei tifosi, perché l’ Auxilium Cus Torino l’ha colta contro una rivale storica e una delle massime candidate al successo tricolore. E’ però già tempo di voltare pagina e pensare allo scontro di domenica 22 novembre, ancora in casa, contro Capo D’Orlando. L’ha più volte sottolineato in settimana coach Luca Bechi: “Siamo tornati in palestra e fin dal primo giorno abbiamo battuto su un concetto fondamentale, quello dell’umiltà, della dedizione, della durezza mentale. Tutti possono battere tutti in questo campionato molto equilibrato e ogni domenica i risultati di campo lo confermano. Il match contro Capo D’Orlando deve permetterci di continuare la striscia vincente. Imporsi è importante, ripetersi lo è ancora di più. Il nostro obiettivo è raggiungere al più presto quota 22 punti, vincere più partite possibili di qui alla fine e poi vedremo dove saremo.
La determinazione in ogni dove potrà fare, come già successo contro Milano, la differenza. In campo, con il cuore dei giocatori, e sugli spalti, incitando la squadra dal primo all’ultimo minuto. Alchimie fondamentali per cogliere il risultato”.
Squadra che vince non si tocca. Il detto tanto caro nel mondo dello sport verrà rispettato anche domenica in casa Manital Torino. Gli uomini che scenderanno sul parquet del PalaRuffini, con palla a due dalle 18,15, saranno gli stessi che hanno affrontato la precedente giornata della serie A Beko, con l’incognita, che verrà sciolta solo all’ultimo minuto, dell’eventuale recupero di Ebi, reduce da un problema muscolare.
Ma che tipo di squadra la Manital Torino andrà a contrastare domenica?: “Un team composito – spiega coach Bechi – ben mixato tra esperienza, vedi quella garantita da uomini come Basile, Ilievski e Nicevic, e gioventù. Arriva da una serie non felicissima, dopo un buon inizio, ma le partite che ha perso non lo hanno visto dominato dalle rivali di turno. Pertanto massima attenzione e grande concretezza da parte nostra”.

Fonte: Ufficio Stampa Auxilium CUS Torino