LOADING

Type to search

Avellino ottava meraviglia, battuta Sassari con un finale al cardiopalma

Share

La scena. Posticipo della sesta giornata di ritorno del campionato: al PalaSerradimigni Devecchi e compagni affrontano la squadra più in forma del momento, la Sidigas Avellino dell’ex Marques Green. Gli irpini guidati da coach Sacripanti di presentano in Sardegna con una striscia aperta di 7 vittorie in campionato e sono reduci dalla finale di Coppa Italia, persa contro Milano. Agli uomini di coach Calvani servirà un match di grande intensità e sostanza per ripetere il successo dell’andata, quando finì 88-90.

In ricordo di Antonella e Vittorio. Grande commozione al Palazzetto per il saluto che il pubblico biancoblu ha omaggiato Vittorio di Maria, ex giocatore della Dinamo, e Antonella Senes, corrispondete di una testata on line e grande appassionata, scomparsi da poco.

Lega Italiana Fibrosi Cistica. Dinamo e Fondazione scendono in campo contro la Fibrosi Cistica: si rinnova la collaborazione tra la società sassarese e la LIFC che oggi, durante la partita, sarà ospite al PalaSerradimigni. I tifosi potranno trovare al Palazzetto i banchetti dell'associazione dove poter versare il proprio contributo per la ricerca. Dinamo e LIFC ricordano inoltre che è possibile inviare un sms al numero solidale 45501 per donare 2 euro, attivo dal 28 febbraio al 6 marzo. Il ricavato della campagna sarà interamente devoluto alla tecnica di ricondizionamento extracorporeo dei polmoni ‘Ex Vivo Lung Perfusion (EVLP)’ perché #unrespiroinpiù per i pazienti con fibrosi cistica non sia solo una speranza ma un traguardo raggiungibile.

Il match. Coach Marco Calvani manda in campo Mitchell, Logan, Alexander, Akognon e Kadji, coach Sacripanti risponde con Ragland, Acker, Leunen, Cervi e Nunally. È David Logan ad aprire le danze, gli risponde Acker dall’arco: le due squadre si fronteggiano in una danza punto a punto. Josh Akognon si presenta nel migliore dei modi al suo pubblico mettendo a segno 13 punti (3/4 da tre) nella prima frazione: è il play biancoblu a trascinare i suoi. Reazione Avellino con Cervi e 5 punti di Acker (19-23). Mitchell e Akognon accorciano le distanze ma Buva chiude la prima frazione 28-34. In apertura di secondo quarto Alexander e Stipcevic conducono i padroni di casa alla rimonta, Avellino allunga ancora Veikalas (37-44). Break 4-0 firmato Kadji e Stipcevic, Acker ricaccia indietro dai 6.75: fiammata sassarese con Logan,  Kadji e il piazzato di Akognon dice -1. Cervi in solitaria chiude il primo tempo avanti per i suoi (50-53). Al rientro dall’intervallo lungo succede di tutto: nella terza frazione le due squadre alternano break e contro break. I padroni di casa trovano in Kenny Kadji (12 punti in pochi minuti) energia e canestri che permettono alla corazzata biancoblu di mettere la testa avanti, a metà quarto è 65-64. Reazione irpina con Leunen e Acker, Logan trascina i suoi e Alexander sigla il vantaggio biancoblu al 30’ (80-77). Il Banco allunga a inizio quarto con Varnado e Logan, Ragland in solitaria conduce i suoi (84-83). Nunnally ristabilisce la parità e la Scandone trova un break per mettere la testa avanti. Gli uomini di Calvani non ci stanno e si riportano al 92 pari, ma Ragland mette la bomba del +3. Logan in contropiede non fallisce: -1 con 5 secondi e spiccioli sul cronometro. Finisce 94-95.

Dinamo Banco di Sardegna 94 – Scandone Avellino  95

Parziali: 28-34; 22-19; 30-24; 14-18.

Progressivi: 28-34; 50-53; 80-77;94-95.

Dinamo Sassari – Mitchell 5, Logan 18, Formenti, Devecchi , Alexander 13, D’Ercole , Marconato, Sacchetti  , Akognon 23, Stipcevic 10, Varnado 2, Kadji 23. All. Marco Calvani

Scandone Avellino  – Norcino, Ragland 18, Green, Veikalas 5, Acker 19, Leunen 6, Cervi 18, Severini, Nunnally 16, Pini 2, Buva 11, Parlato.  All. Stefano Sacripanti.

Arbitri: i signori Saverio Lanzarini, Mark Bartoli e Denis Quarta.

Fonte: Ufficio Stampa Dinamo Sassari