LOADING

Type to search

Avellino, Oldoini: “Tutti hanno dato il loro contributo”

Luigi Liguori 8 aprile 2018
Share

Torna alla vittoria la Sidigas Avellino, che tra le mura del PalaDelMauro batte la Vanoli Cremona per 95-72 nel match valevole per la 25° giornata del campionato Legabasket Serie A. Così ha esordito coach Stefano Sacripanti nella conferenza stampa post-partita:

“Ci tengo a dire solo due cose: la prima è che è evidente che quando ci alleniamo intensamente per qualche giorno di fila, riusciamo ad aumentare il ritmo in campo ed oggi sono particolarmente contento di questo; in secondo luogo, pur non sapendo se Filloy sarà della partita o meno, mercoledì ci sarà un match importantissimo e storico, sia per la squadra che per la città: bisogna prenderne coscienza ed è senza dubbio un lustro per noi poter rappresentare la città e la proprietà Sidigas ed è una splendido traguardo per tutti quelli che ci sostengono”.

Ad analizzare il match contro Cremona è invece l’assistant coach biancoverde, Massimiliano Oldoini: “Ringrazio Pino per avermi lasciato la parola, per quanto riguarda il match contro Cremona, c’è da dire che la partita l’abbiamo vinta grazie ad energia, intensità e corsa. Questa settimana, nonostante qualche difficoltà (come gli infortuni di Filloy, di Fesenko e qualche problema ad inizio settimana per Rich), abbiamo alzato i ritmi a livello atletico: il nostro obiettivo era proprio quello di arrivare a giocare ad alta intensità. Questo perché, come ha detto il coach, mercoledì avremo un appuntamento molto importante e poi ci sarà ancora un altro match domenica, quindi la condizione fisica dovrà essere un fattore determinante. Stasera la squadra è stata mentalmente presente e continua per 40 minuti, con delle percentuali ottime, e lo si vede dai parziali. Tutti hanno dato il proprio contributo, giocando con la massima attenzione, e questo ci ha permesso di portare ben 5 dei nostri uomini in doppia cifra”.

Fonte: Ufficio Stampa Scandone Avellino

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1