LOADING

Type to search

Torna Kobe allo Staples Center. Stanotte il ritiro della sua maglia

Matteo Bettoni 18 dicembre 2017
Share

Nella gara di stanotte contro i Golden State Warriors, i Los Angeles Lakers ritireranno le maglie numero 8 e 24 di Kobe Bryant durante l’intervallo del match allo Staples Center. La partita sarà trasmessa in diretta alle 4.30 su Sky Sport 2 HD e poi in differita martedì 18 dicembre alle 14 e alle 22.30 sempre su Sky Sport 2, alle 18 su Sky Sport 3 con commento in italiano di Alessandro Mamoli e Marco Crespi.

Il decimo nella storia della franchigia 

Kobe Bryant diventerà così il decimo giocatore della franchigia losangelina ad ottenere questo onore dopo i grandi nomi di Wilt Chamberlain (13), Elgin Baylor (22), Gail Goodrich (25), Earvin “Magic” Johnson (32), KareemAbdul – Jabbar (33), Shaquille O’Neal (34), James Worthy (42), Jerry West (44), Jamaal Wilkies (52).

Lakers: unica, grande fede 

Bryant si ritirò il 13 aprile 2016 (con una gara illustre da 60 punti contro gli Utah Jazz e togliendo quasi l’attenzione dallo storico record dei Warriors di 73-9 che proprio in quella notte riuscirono a battere quello dei Chicago Bulls di Michael Jordan del 95-96) come il primo e unico, finora, giocatore dopo 20 anni con la stessa maglia, quella giallo – viola. Kobe ha appeso le scarpette al chiodo come uno dei giocatori più vincenti di sempre: conosciuto per la sua ‘mamba mentality’, divenuto uno stile di vita oltre che un’arte, nel corso di due decenni è riuscito a vincere 5 titoli (2000, 2001, 2002, 2009, 2010), due Finals Mvp (2009, 2010), un Mvp della stagione regolare 2007-2008, 11 volte First Team All – NBA e 9 volt parte del All – Defensive First Team.

L’uomo dei record 

Nel palmares del Black Mamba ci sono molti altri record che lo posizionano in vetta ai registri della franchigia: 1.346 gare di regular season, 33.643 punti, 1.827 tiri da tre segnati, 1.944 palle rubate, 8.378 tiri liberi realizzati; l’ex numero 8 e 24 dei Lakers detiene il record di franchigia per partite disputate nei playoff (220), punti a referto (5.640), tiri da tre mandati a segno (292) e anche tiri liberi sul fondo della retina (1.320).

“L’ho sempre sognato”

“Quando sono cresciuto in Italia, ho sempre sognato di vedere la mia maglia appesa al soffitto dello Staples Center. Non avrei mai immaginato di vederne però due – spiega l’ex giallo – viola – i Lakers hanno conferito su di me un grande onore e sono riconoscente e grato per tutto l’entusiasmo dei fans attorno a questo gioco”. Dalla dirigenza ha parlato poi anche Magic Johnson e il suo ex agente, nonché GM dei Lakers, Robert Pelinka: “Kobe si merita questo onore. E’ stato uno dei più forti dellla franchigia e di tutti i tempi ed è decisamente sulla mia Mount Rushmore. Non vedo l’ora di vedere entrambe le sue maglie ritirate e celebrare questo giorno speciale. Kobe ha portato la torcia dei Los Angeles Lakers per 20 anni e ha ispirato chiunque ad arrivare alla perfezione. La sua dedizione, lealtà e forza hanno fatto di lui uno dei giocatori più iconici della storia dello sport”

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1