LOADING

Type to search

Steve Kerr si prende una pausa, i Warriors si dirigono da soli contro i Suns

Sibila Vogli 13 febbraio 2018
Share

Steve Kerr ha sorpreso tutti ieri sera, durante l’incontro coi Phoenix Suns, lasciando ai giocatori il lavoro di coach durante la partita.

Il team è stato diretto dai giocatori, in particolare da Draymond Green e Andre Iguodala. Una scelta originale che nonostante non abbia scalfito il gioco dei Warriors, che hanno vinto 129 a 83, ha lasciato tutti sgomenti. In particolare il giocatore dei Suns, Jared Dudley che ritiene sia stato irrispettoso nei confronti della sua squadra.

“Non stavo cercando di essere irrispettoso,” ha chiarito Steve Kerr. “L’ho fatto per raggiungere il mio team. Non ci siamo trovati negli ultimi mesi. Loro erano stanchi di sentire la mia voce. Io sono stanco di sentirmi parlare a vuoto. Abbiamo raggruppato un bel bottino in questi tre anni. Non stavo più riuscendo a leggerli quindi era la serata giusta per tirare fuori un trucco dal cappello e fare qualcosa di diverso.”

Per poi spiegare per bene i motivi che lo hanno spinto a questa scelta:

Tags:
Sibila Vogli

Nasce a Kavaje(AL) nel 1992 e si trasferisce poco dopo in provincia di Milano. Gioca a basket in una squadra mista per un paio di anni prima di passare al softball che le da anche la possibilità di giocare negli States un'estate e approdare in serie B. Studia architettura al Politecnico di Milano e qui inizia a scrivere di architettura e design sul blog WeVUX creato da alcuni studenti. Passa poi a collaborare con la webzine "Rock and More" trattando di musica indipendente e successivamente curando per la stessa il programma radio "More" in collaborazione con la web radio di Sesto San Giovanni. Entra nella redazione di The Basketball Post a Marzo 2017

  • 1