LOADING

Type to search

Stan Okoye dagli States, arriva la chiamata per la Summer League

Matteo Bettoni 23 giugno 2018
Share

Solo un mese fa, il 15 maggio, Varese lasciava la stagione 2017/2018 con un traguardo che nessuno si sarebbe mai aspettato: il ritorno ai playoff. L’eliminazione per 3-0 al primo turno, per mano della Germani Brescia, è stata dolorosa. Ma allo stesso tempo utile al collettivo e ai singoli per capire come gestire la post-season dopo 13 vittorie su 15 gare disputate. Tra i protagonisti, c’è anche chi indosserà una maglia NBA…

Da Varese agli States: rotta per Denver

Tra i protagonisti della passata stagione spunta il nome di Stan Okoye.

Lo statunitense, con passaporto nigeriano, ha fatto registrare la sua migliore stagione in Serie A: 15.4 punti, 7.5 rimbalzi e 1.6 assist che gli sono valsi l’inserimento nel primo quintetto della Lega Basket. Al termine della stagione, Stan Okoye è volato subito negli States per continuare ad allenarsi. In nottata la sorpresa: Okoye è stato convocato dai Denver Nuggets per la Summer League che comincerà il 2 luglio. E’ stato lo stesso giocatore a pubblicare la bella notizia sul suo profilo Instagram.

La situazione contrattuale

Okoye avrà la possibilità di testare il basket d’oltreoceano, il premio che gli spetta dopo una stagione più di alti che di bassi, costante sotto l’aspetto della leadership nei confronti dei suoi compagni. Il classe ’91 si trova ancora sotto contratto con la Pallacanestro Openjobmetis Varese, ma la scadenza è vicina. Infatti Stan Okoye sarà libero dal 1 luglio e non sarebbe infondato pensare che il giocatore starebbe puntando ad ottenere una firma in NBA.

Got me feeling like the most-highs favorite child 🙏🏾 #Playoffs #ilovethisgame

Un post condiviso da Stan Okoye (@stanokoye) in data:

Varese non ha dato ancora notizia di un rinnovo contrattuale che figurerebbe come una mossa estiva importante per tenere un’ala polivalente sul campo e adatta al contesto varesino: tanti minuti sul parquet  e le responsabilità di un leader che ad inizio anno era lo straniero meno pagato della squadra, ma che ha dimostrato di essere uno dei punti vitali della Openjobmetis. Per tenerlo serve un ritocco dell’ingaggio.

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1