LOADING

Type to search

Ravenna sconfitta di misura contro Treviglio

Share

Remer Treviglio – OraSì Ravenna 76-74
(19-13, 29-41, 50-50)
Treviglio: Savoldelli, Chillo 15, Kyzlink 12, Sorokas 13, Marino 15, Spatti, Dessì ne, Mezzanotte ne, Tambone 17, Rossi 2, Turel 2. All.Vertemati

Ravenna: Smith 16, Deloach 18, Malaventura 12, Casini, Molinaro 3, Rivali 9, Raschi 6, Masciadri 10, Smorto ne, Seck ne, Salari ne. All.Martino
Note: T2: Tr 18/41, Ra 20/40; T3: Tr 9/27, Ra 6/15; Tl: Tr 13/17, Ra 16/20. 
Arbitri: Caforio di Brindisi, Pecorella di Trani (BT), Capozziello di Brindisi. 

Finale con giallo al PalaFacchetti, dove una tripla di Tambone a 5” dalla fine decide un match convulso, nel quale gli arbitri annullano il canestro del pareggio di Taylor Smith che sarebbe valso l’overtime 
I giallorossi vedono sfumare sugli episodi degli ultimi quindici secondi un successo sognato a lungo, raggiunti due volte nel corso di una partita vissuta sugli strappi dell’una e dell’altra squadra. Nel finale è Treviglio a trovare lo spunto vincente, conquistando i due punti senza però ribaltare la differenza canestri, decisiva in caso di arrivo in parità. 

L’avvio è di marca OraSì, con Taylor Smith protagonista di 10 dei primi 12 punti giallorossi per il +8 (4-12) dopo 5’. Vertemati avvicenda Rossi con Chillo, trovando cinque punti immediati del bolognese ed un primo cambio di inerzia dell’incontro. Una bomba di Kyzlink ed un altro canestro di Chillo portano avanti Treviglio (14-12), trascinata poi sul 19-13 sulla sirena del primo quarto da cinque punti di Marino. Una sfuriata di Masciadri (canestro in post su Spatti e canestro da tre punti) ed un fallo tecnico fischiato alla panchina della Remer permettono all’OraSì di tornare davanti al 12’, sul 19-21. Dopo alcuni minuti di parità, sul primo punto in giallorosso di Lorenzo Molinaro si apre un nuovo parziale giallorosso (2-13), che con sette punti di Malaventura, tre liberi di Deloach ed un canestro di Raschi su assist dello stesso Deloach, per il +12 di metà gara. 

Meglio Treviglio in avvio di ripresa: Marino e Tambone spingono la transizione, Sorokas e Chillo fanno la voce grossa a rimbalzo, riportando la Remer a contatto. E’ proprio Marino a siglare i canestri che dimezzano lo svantaggio, segnando in penetrazione il 35-41 al 23’ e, due minuti dopo, la tripla del 42-45, mentre OraSì perde Smith per falli (3° lampadina accesa al 23’) e con esso il controllo dei rimbalzi. Un gioco da tre punti di Rivali permette ai suoi di respirare, ma Sorokas e Chillo, su due rimbalzi d’attacco, pareggiano sul 48-48 al 29’ e sul 50-50 al 30’. L’equilibrio perdura fino al 35’, quando Marino sigla il sorpasso (58-57) e l’allungo (64-60 al 36’); l’OraSì ha la forza di restare aggrappata alla partita, e due minuti dopo riesce a tornare davanti sulla sfuriata di Deloach, protagonista di due bombe consecutive che valgono il 68-70 Ravenna a 57” dal termine e aprono la scena al convulso finale di partita. Tambone risponde dalla distanza (71-70 a 45”), Deloach con due liberi tiene l’OraSì avanti (71-72) a 35” dalla fine, Turel sbaglia la tripla a 20” e Rivali dalla lunetta è glaciale per il 71-74 a 15”. Tambone converte due liberi a 12”, poi sulla rimessa Rivali e Deloach non s’intendono e producono una palla persa. Sulla rimessa successiva, Tambone con una magia dalla distanza sigla l’ultimo sorpasso, definitivo perché, sul ribaltamento di fronte, il tap in di Smith sull’errore di Deloach in penetrazione arriva un paio di decimi dopo il suono della sirena finale.

Il prossimo impegno di OraSì Ravenna è previsto per mercoledì 27 gennaio alle 20.30 al Pala de Andrè contro la Centrale del Latte Brescia, anticipo del quarto turno di stagione regolare. 

Fonte: Ufficio Stampa Ravenna Basket