LOADING

Type to search

Share

1. l’unica palla persa sanguinosa, ma dubbia, di Varese nel tempo supplementare: Varese gioca un’ottima difesa sull’azione offensiva di Alessandro Gentile, Avramovic lancia Tambone in campo aperto che sale per la schiacciata. Il PALA2A esplode nell’esultanza, ma il +5 (81-76) svanisce quando gli arbitri interrompono tutto e fischiano infrazione di passi al numero 15 di Varese. L’episodio cambierà l’esito del match;

3. Varese subisce la terza sconfitta casalinga della stagione su sette partite disputate al PALA2A: Venezia e Sassari le squadre capaci di espugnare il Pala Lino Oldrini;

7. Alessandro Gentile entra all’OT col peso di un tiro che, sul 74 pari di fine quarto quarto, avrebbe potuto consegnare la vittoria alle Vu nere. La risposta è quella di un campione: 7 punti tra il secondo e il terzo minuto di gioco nell’OT, 3/4 al tiro di cui una tripla in step-back dall’angolo in faccia a Pelle (autore di un’ottima difesa su quel tiro) sulla sirena e a 28″ dalla fine dell’extra-time per l’81-86 che abbatte Varese e consegna definitivamente la gara a Bologna;

14. i punti delle Vu nere nel tempo supplementare: 7 i punti di Aradori (5 punti di fila subito all’inizio in risposta ai canestri di Tambone e Cain) e il 2/2 per l’85-90; sull’asse Stefano – Alessandro Gentile arrivano gli altri 7;

17. come i punti di un eroico Giancarlo Ferrero. Il capitano bianco rosso, dopo un parziale di 7-2 per la Virtus, firma 7 punti dei 14 nel primo quarto della Openjobmetis, ma in particolare completa un parziale di 10-4 che tiene Varese in scia; altro episodio importante per la squadra è il vantaggio che Ferrero porta ai suoi con la tripla del 69-68 ad un minuto dalla fine del quarto quarto;

17. sono anche  i punti silenziosi, ma fondamentali per la Virtus Bologna di Pietro Aradori: sul 64-60, l’italiano segue con la bomba da oltre l’arco il canestro dalla media di Gentile per il sorpasso; ancora più importante è il parziale di 5-0 che da solo mette a segno all’inizio del tempo supplementare con una tripla segnata, un tiro dalla media e poi 2/2 dalla lunetta che firma gli ultimi due punti del match;

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1

You Might also Like