LOADING

Type to search

Share

Ecco le parole di coach Attilio Caja al termine di Grissin Bon Reggio Emilia-Pallacanestro Openjobmetis Varese:

«A livello di impatto difensivo abbiamo fatto la partita che ci auguravamo di fare: avevamo infatti il timore di una partenza forte di Reggio Emilia che era rimasta scottata da quello che era successo in coppa. E per questo ci aspettavamo una squadra molto aggressiva. Abbiamo cercato di addormetare la partita e devo dire che ci siamo riusciti. Questo è il motivo che ci ha portato a giocare a zona nel primo tempo. Purtroppo però se non si fa canestro diventa difficile tutto e con 2 su 15 da tre punti diventa difficile vincere delle partite. Medie così sono molto difficili e vanificano tutto il lavoro che fa la squadra. Questo purtroppo ci penalizza però non posso dire niente sull’impatto avuto. Ho pochi appunti da fare alla mia squadra se non il discorso legato alle percentuali. Complimenti a Reggio Emilia che oggi ha trovato un Markoishvili in grande forma. Temavamo lui e Della Valle, siamo riusciti a fare una buona difesa su Della Valle e ci è scappato Markoishvili. Avere diverse frecce nel proprio arco ti permette di trovare più alternative in serate come questa. Noi purtroppo non abbiamo trovato buone soluzioni nei nostri esterni».

FONTE: sito ufficiale Pallacanestro Openjobmetis Varese 

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1

You Might also Like