LOADING

Type to search

Il pagellone della ACB: ecco i promossi ed i bocciati della sesta giornata

Share

Nella giornata appena conclusa si sono sviluppate conferme, soprese e nuove forze nel massimo campionato spagnolo. In particolare le prime tre si confermano ad altissimi livelli, insieme al Baskonia ed alla Joventud, ma si sono visti segnali incoraggianti anche da alcune squadre di medio-bassa classifica ma ora, senza dilungarci, diamo i voti alle diciotto squadre di ACB.

VOTO 9: Real Madrid.

Ottima la performance dei ragazzi di Pablo Laso che hanno dominato il match casalingo contro il Manresa. Ben sei i giocatori in doppia cifra con altri tre che hanno realizzato otto punti tra cui il giovanissimo sloveno Luka Doncic che sta continuando a stupire dopo il debutto a soli sedici anni nello scorso aprile. Sicuramente la sconfitta di ritardo dal Barça e dal Valencia pesa ma le merengues rimangono assolutamente tra le favorite al successo finale.

VOTO 8: Valencia e Baskonia

Ottimi i successi di queste due squadre, in particolare quello della prima. Per il Baskonia è stato importante ritrovare il successo, dopo la sconfitta di Valencia, contro una squadra che non andava sottovalutata come il Murcia. Per i valenciani invece è stato un trionfo in quel di Bilbao dopo aver battagliato per cinquanta lunghissimi minuti. Sicuramente molto è stato merito dell’MVP della giornata Justin Hamiton ma, settimana dopo settimana, la squadra di coach Pedro Sanchez si sta confermando ad alti livelli dimostrati dall’imbattibilità in campionato.

VOTO 7: Barcellona, Joventud, Fuenlabrada, Andorra e Siviglia

Cinque squadre, cinque successi, cinque stati d’animo diversi. Iniziamo da quello del Barça che continua a veleggiare senza troppi problemi in testa alla classifica. Certo non sono riusciti a dilagare ma restano due punti importanti che consentono ai blaugrana di preparare le partite contro il Pinar in Eurolega, ed il Baskonia con più tranquillità. Per ciò che riguarda la Joventud rimane una squadra in continua ricerca di conferme che sono state trovate nel campo dell’Estudiantes dove, all’ultimo minuto, ha colto il quarto successo consecutivo. Attenzione al Fuenlabrada, che ha espugnato il campo dell’ultima forza del campionato, poiché questo successo in trasferta servirà sicuramente per il morale e chissà per alimentare le ambizioni playoff. Andando nel Principato di Andorra invece troveremo una squadra carica e determinata che, con una grande prestazione ha sbancato il campo del Saragozza. Ultimo, ma non per importanza, è il successo del Siviglia che ha trovato un successo chiave nel derby col Malaga e dopo le prime quattro sconfitte in altrettante giornate, sembra che stia ritrovando la miglior condizione fisica e psichica.

VOTO 6: Obradoiro, Bilbao, Tenerife ed Estudiantes

Nonostante le tre sconfitte, l’Obradoiro, il Bilbao e l’Estudiantes meritano la sufficienza, seppur striminzita. Buona la prova della squadra di Santiago di Compostela che ha tenuto a bada il talento dei campioni del Barcellona accusando “solamente” dieci punti nel risultato finale. Così come il Bilbao che, nonostante abbia perso in casa, esce a testa altissima dal confronto contro una potenza come Valencia fallendo anche la possibilità di vincere la partita al primo supplementare. Simile è il discorso che va fatto per l’Estudiantes, reo di aver perso solo all’ultimo minuto contro la Joventud ed attenzione perché la stella di Juancho Hernangomez sta splendendo sempre di più nel panorama del basket europeo. Tutt’altro discorso va fatto per il Tenerife che, seppur vincitore, non approfitta a pieno della giornata storta al tiro di Gran Canaria dopo una sfida di nervi durata quaranta minuti. Riuscirà il talento di Nico Richotti a trascinare la squadra isolana fuori dalle zone pericolose?

VOTO 5: Gran Canaria, Malaga, Murcia e Saragozza

Proprio dal derby delle due isole ripartiamo per stilare i voti negativi di questa giornata. Per Gran Canaria questo era un banco di prova importante ma la truppa guidata da uno degli allenatori più influenti del momento, Aìto, si è sciolta sul più bello perdendo sia la sfida con Tenerife che il treno delle grandi di Spagna. Treno di cui faceva parte anche l’Unicaja che quest’anno sta faticando più del dovuto. Grave anche l’andamento del match poiché il 94-84 finale risulta bugiardo visto che Siviglia si era spinta anche sul +17 ma crediamo che gli andalusi, dopo la sconfitta nel derby, avranno delle chance per tornare nelle zone alte della graduatoria. Per quanto riguarda Murcia non si pretendeva di certo l’impresa in quel di Vitoria ma l’atteggiamento non è stato certo dei migliori mentre Saragozza ha avuto un passo falso non da poco poiché ha perso per una concorrente diretta per la salvezza in casa anche se Andorra può contare su giocatori di alto livello.

VOTO 4: Manresa e Gipuzkoa

Tre sconfitte che fanno male per queste società nonostante siano maturate in modo diverso. Per esempio quella del Manresa che ha perso di 38 in quel di Madrid facendosi dominare da una squadra, seppur fortissima, dal primo all’ultimo minuto senza tregua. Altrettanto disastrosa è stata la sconfitta casalinga del Gipuzkoa che è ancora a secco di vittorie e che poteva cogliere l’occasione col Fuenlabrada che però ha espugnato il campo basco senza grossi problemi.