LOADING

Type to search

Share

Dopo 33 giorni senza vittoria (l’ultima contro il Brose Bamberg il 17 novembre), Milano torna a vincere in Eurolega grazie ad una prestazione degna del nome che i ragazzi di Pianigiani portano sulla maglia. Nel primo tempo, l’Armani exchange gioca un match sensazionale sotto ogni punto di vista sia offensivo sia difensivo portando negli spogliatoi non solo un vantaggio di 49 – 37, ma trova a livello individuale anche la risposta di Jefferson (7 punti solo nel primo tempo) con una solida prestazione offensiva  di Goudelock. Al rientro dagli spogliatoi, Milano vola fino al +25 grazie ai canestri di Kalnietis, Gudaitis e Kalnietis, poi sono 6 minuti di blackout generale. I ragazzi di Martinez riescono a rimontare fino al – 8 (87 – 79) guidati da un Shengelia in fiamme (chiude la gara con 19 punti, 8/10 dal campo e 3/6 dai liberi), ma quella che sarebbe stata di fatto una rimonta storica termina lì. Al Forum termina 92 – 85, quarta vittoria europea per l’Olimpia Milano.

PRIMO QUARTO

La tredicesima gara di Eurolega è subito uno scontro punto a punto tra Jefferson e Shengelia fino al 6-6 quando ad interrompere la striscia sono una tripla di Goudelock e un canestro da dentro per Theodore. A chiudere il gap è un gioco da tre punti di Voigtmann al quale subito risponde a tono Jefferson con 2 punti e tiro libero supplementare a segno per il 14-9. Tra i fischi del Forum, dovuti a delle decisioni arbitrali poco chiare, l’Armani Exchange si porta sul 19-13 grazie ai canestri di Theodore, Jefferson è Gudaitis. I milanesi corrono bene in campo, Jerrells segna 5 punti di fila (tripla allo scadere dei 24 e floater), ma il Baskonia risponde con due triple: dal palleggio Huertas e poi allo scadere del tempo sul cronometro Rodrigue Beaubois per il 27-25.

SECONDO QUARTO

I secondi 10 minuti iniziano esattamente come erano finiti i primi: due punti veloci di Beaubois in penetrazione. M’baye, Jerrells, Bertans (da oltre l’arco) e Cinciarini danno l’ennesima spallata al Baskonia che scivola a -9. Martinez chiama Timeout. Al rientro dal timeout la musica cambia poco: Jerrells ne mette altri due in penetrazione e a seguire anche Micov in acrobazia in mezzo all’area per il 40-31. Lo strappo alla gara arriva a 3:55 dalla pausa lunga dopo una serie di esitazioni, penetrazioni e passaggi sul perimetro tra Theodore e Goudelock che alla fine si butta dentro e disegna una parola perfetta che manda l’Armani Exchange sul +11. Dopo l’1/4 ai liberi, Shengelia riporta i suoi sotto la doppia cifra ma per poco perché Pascolo prima e Micov con una tripla dall’angolo dopo mettono un mini 5-0 che costringe Martinez a chiamare di nuovo timeout per il 47-34. Al Baskonia la boccia non entra nel cesto: 0/3 in uscita dal timeout e 1/2 ai liberi di Voigtmann. Prima dell’intervallo gli spagnoli riescono a metterne a segno altri due grazie ad un tap-in di Timma che chiude i primi 20 minuti di gara.

TERZO QUARTO

Gli ospiti partono col turbo: 6 punti in fila. L’Armani Exchange si sveglia con un gioco da tre punti di Theodore, una tripla dall’angolo di Goudelock per il +14, 57-43, e un’altra tripla di Micov, solo dopo la schiacciata bimane di Poirier. Il Baskonia rosica qualche punto ad ogni azione, ma è sempre pronta la risposta di Milano che mantiene il vantaggio costante sul +17. Beaubois e Voigtmanm accorciano sul -12 con due canestri consecutivi mentre Milano cerca di addormentare la partita ma subisce la stoppata su Jefferson in attacco e poi i due punti (parziale di 9-2) che porta Pianigiani a interrompere il gioco. L’Armani Exchange rientra col brio giusto: Theodore segna da oltre l’arco, recupera palla in difesa e lancia in contropiede M’baye che alza al ferro per la schiacciata di Tarczewski. Jerrels mette altra carne al fuoco che brucia i punti del +15 e 16. Milano chiude il quarto a +18 dopo i liberi di Gudaitis.

QUARTO QUARTO

Il Baskonia soccombe a -25 con la fiammata di Gudaitis, Kalnietis che mette a referto i primi tre punti della sua gara e Goudelock. Il Baskonia taglia rientrando nei 15 punti di distacco grazie ad un mini parziale di 11-0 che fa tremare la gambe ai giocatori milanesi: ci pensano Pascolo con due punti in area e Bertans con una palla sporcata a Shengelia in penetrazione a restituire sicurezza a Pianigiani e il suo staff. Il Baskonia non molla e riesce a ricucire anche la doppia cifra di svantaggio: Shengelia va in ‘euro-step’ e porta i suoi sotto 87-79. Milano è in crisi e l’attacco non è fluido come nel primo tempo: Theodore sbaglia due tiri consecutivi, Micov perde palla in attacco e commette fallo antisportivo per non permettere al Baskonia di lanciarsi in campo aperto. Gli ospiti sono lanciati e tagliano fino all’88-83 a 2:06 dalla sirena finale. Il 2/2 di Gudaitis restituisce ossigeno a tutto il Forum soprattutto se Shengelia commette infrazione di passi in attacco. Sotto canestro del Baskonia succede di tutto: Theodore tira e sbaglia da tre, Poirier va per il rimbalzo, ma la palla arriva nelle mani di Goudelock da fuori permettendo un extra possesso di capitale importanza a poco più di un minuto dalla fine. Milano chiude il match prima con un canestro di Micov e poi con i due liberi di Goudelock. 92-85 al Forum e quarta vittoria per l’Armani Exchange.

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1