LOADING

Type to search

Euroleague, una fiammata di Malaga decide negli ultimi minuti. 74-71 ai danni dell’AX

Matteo Bettoni 22 dicembre 2017
Share

Al Palacio de Deportes José Maria Martin Carpena Milano subisce la decima sconfitta stagionale in Europa. L’Armani Exchange va sotto subito con un iniziale parziale di 12-2 ma riesce a rimontare nel quarto e grazie ai 10 punti di Bertans riesce anche a chiudere il primo tempo in vantaggio 35-42. Al rientro dal tunnel però Malaga mette a segno un parziale di 12-5 per pareggiare i conti e lascia gli ospiti a soli 11 punti nel quarto grazie ad una ottima difesa di squadra e al dominio interno di un Jeff Brooks da 11 rimbalzi a fine gara. La sconfitta arriva però negli ultimi minuti del quarto quarto: Milano subisce un altro parziale di 9-0 sul 60-66 fino al 74-71 finale.

PRIMO QUARTO

Il tabellino si sblocca subito: Augustine segna i primi quattro punti, Goudelock risponde, Nedovic mette la tripla del +5, Brooks segna tre punti in fila e poi di nuovo Nedovic per il 12-2. Milano torna a segnare con otto punti consecutivi grazie a M’baye, Goudelock e Tarczewski. Shermadini e Brooks rispediscono indietro i milanesi; McCallum si alza in volo per il 18-12, Theodore accorcia con la tripla, poi di nuovo a colpi alternati Shermadini, ma Micov pareggia la gara a quota 20 con una tripla e un tiro dalla media. Timeout Malaga. In uscita dell’interruzione di gioco subito l’ex Grizzlies McCallum segna i suoi punti numero 3 e 4 e poi nell’azione successiva fa 1/2 dalla lunetta. Milano perde malamente palla in attacco a favore di Brooks che stacca da casa sua e inchioda in faccia a M’baye, fallo e gioco da tre punti per l’uomo in verde.

SECONDO QUARTO

Il secondo parziale inizia con una palla persa di Jerrells e un errore da sotto di Shermadini dopo il quindicesimo rimbalzo degli spagnoli. Bertans dalla lunetta segna i primi due punti. L’Unicaja va a secco due volte consecutivi da oltre l’arco, ma l’Armani Exchange non sfrutta e getta l’occasione di tornare sotto di un possesso. Quindi Salin spara e segna la bomba del 29-22 per gli spagnoli dopo l’ennesimo rimbalzo degli spagnoli; Goudelock e Micov provano a ribattere a tono, ma solo primo ferro per entrambi. I 3 minuti senza punti per i bianco rossi terminano grazie a due punti del capitano. Alla metà del quarto rientra in campo Tarczewski per cercare di creare fisicità in area e infatti Milano riesce ad usufruire subito di una stoppata su Waczynski e un rimbalzo offensivo, seguito da un fallo, del centro americano; dalla rimessa segna Bertans (4 punti) in catch-and-shoot per il 29-24; Milano passa alla zona in difesa e riesce ad evitare i punti dei padroni di casa. Arrivano 6 punti consecutivi da Bertans (due triple) che coincidono col sorpasso degli ospiti per il 29-32. Esce Tarczewski a causa del terzo fallo e subito Okouo prende ne vantaggio con 2 punti; Nedovic sbaglia in area un lay up facile e quindi Micov, dopo una finta che spiazza due difensori, appoggia alla tabella per il 30-34; Nedovic si rifà poco più tardi con una penetrazione in area che gli permette di guadagnare due punti dai liberi. Risponde Goudelock col quarto tiro segnato su cinque tentativi e il 33-36 e poi il libero del tecnico fischiato a Nedovic per proteste. Micov di fortuna e talento segna un altro appoggio alla tabella dopo aver sfiorato la palla persa in area; prima della sirena della pausa lunga Goudelock ne mette 4 in fila permettendo ai suoi di andare a riposo sul 35-42.

TERZO QUARTO

Cinque punti in fila del Malaga (Brooks e Waczynski) con due palle perse di M’baye e Gudaitis nel tentativo di attaccare in post basso mettono in discussione il vantaggio milanese. L’Unicaja domina a rimbalzo offensivo arrivando a catturare anche 4 rimbalzi offensivi nell’azione che manda a segno Nedovic per il pareggio a quota 42 grazie ad un parziale di 7-0. M’baye segna da oltre l’arco per il nuovo vantaggio, Augustine segna 2/2 dalla lunetta, ma Theodore segna con il floater del 44-47. Malaga trova il pareggio con la tripla di Waczynski e poi Nedovic si lancia in area e subisce il fallo: +2 Unicaja. Goudelock segna di nuovo il pareggio con 3:10 da giocare. Malaga smette per un attimo di difendere e si dimentica di M’baye sulla linea di fondo e servito da Theodore appoggia al tabellone per il 49-51. A 1:30 dalla fine del terzo periodo Milano fa +3: M’baye non serve il ricciolo di Bertans, serve Jerrells che lancia il passaggio a Theodore sul perimetro, si butta dentro e floater a segno. La buona giocata svanisce con una distrazione difensiva che permette a McCallum di pareggiare la gara con un tiro che trova contatto, fallo e libero supplementare a segno per il 53-53. A rimbalzo offensivo, Malaga non lascia neanche le briciole e l’extra possesso garantito da Waczynski si trasforma in +2 col tiro dalla media di Salin che chiude il terzo quarto.

QUARTO QUARTO

Torna sul campo Tarczewski e torna il vantaggio milanese: assist per Theodore e rimbalzo difensivo per il centro americano. Bertans dal perimetro segna la terza tripla della sua gara per il 55-59. Tarczewski e Goudelock non si intendono su un cambio difensivo e Salin ringrazia con la tripla del -1; Tarczewski inchioda al ferro chiudendo il gioco a due con Theodore; Malaga si avvantaggia dell’indecisione al tiro di M’baye che avrebbe potuto allungare sul +6, ma è 60-63. Theodore è assolutamente protagonista nell’attacco di Milano e pur essendo coperto da due difensori infila la tripla del 60-66; a Goudelock viene viene fischiato un fallo antisportivo per aver trattenuto per i pantaloncini McCallum in azione difensiva ma Malaga produce solo un punto, ma allo stesso modo l’Armani Exchange non va a segno in attacco. A 3:11 Brooks penetra a canestro e da rapinatore dell’area sfrutta Gudaitis per assorbire il contatto e portare a casa un gioco da tre punti (64-66); Augustine blocca Theodore in area e poi arriva il sorpasso con la prima tripla di Diaz per il 67-66, Nedovic poi per il 69-66. Milano torna sotto a -1 coi due liberi di Goudelock, ma subito arriva il nuovo +3: la tripla di Milosavljevic viene sporcata, ma la palla viene raccolta da Augustine che segna da sotto per il 71-68 a 30 secondi dalla fine. Goudelock vuole un tiro da tre, ma scarica per Theodore che buttandosi in area subisce fallo e fa 1/2 (71-69) e 15.7 secondi alla sirena. Nedovic non spegne le speranze dei giocatori di Pianigiani perché fa 1/2 con 14 da giocare. Theodore gioca la rimessa su Bertans che non pensa due volte al tiro, ma sbaglia prendendo un tiro tutt’altro che buono: fallo sistematico su Diaz e 2/2 per gli spagnoli. Gudaitis segna due punti da sotto, ma è tutto inutile. Decima sconfitta di Milano, 74-71 a Malaga.

Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1