LOADING

Type to search

Dolori per Celtics, Hawks e Mavs: Theis, Bazemore e Matthews fuori fino a fine stagione

Matteo Bettoni 12 marzo 2018
Share

Boston Celtics, Atlanta Hawks e Dallas Mavericks dovranno fare a meno di giocatori importanti fino a fine stagione: Daniel Theis, Kent Bazemore e Wesley Matthews.

La panchina di Boston senza Theis

Come riportato da Shams Charania, Daniel Theis dovrà sopportare l’idea di stare fuori fino alla prossima stagione a causa della lacerazione del menisco del ginocchio sinistro. Boston è tempestata da infortuni in questo periodo della stagione, visti i problemi di Smart al tendine della mano destra che lo terranno fuori a tempo indeterminato e quelli di Kyrie Irving al ginocchio, ma ad aggravare la situazione ci ha pensato il menisco di Theis. Il tedesco si deve sottoporre ad un’operazione che lo terrà fuori fino alla fine della stagione senza nessuna speranza di rientro. Theis stava garantendo alla panchina versatilità e dinamicità combinando 5.3 punti col 54% dal campo e 4.3 rimbalzi in 15 minuti a gara.

Infortunio al ginocchio per Bazemore

Gli Atlanta Hawks (20-47) dovranno rinunciare al loro secondo miglior marcatore, 12.9 punti pari con Prince, per le restanti 15 gare della loro stagione. Kent Bazemore è uscito dal campo nella gara di ieri contro i Chicago Bulls a causa di una distorsione al ginocchio. L’incidente è stato quindi giudicato più grave del previsto bloccando l’ala ai box fino alla fine della regular season. Bazemore stava facendo registrare il suo career-high nel tiro da oltre l’arco (39.4%), assist (3.5), palle rubate (1.5) e stoppate (0.7).

Frattura alla gamba per Matthews: torna anche lui a fine ottobre

Anche Wesley Matthews è stato vittima di un infortunio che lo ha costretto a dare ‘forfait’. Alla guardia dei Dallas Mavericks è stata registrata una frattura alla gamba destra dopo numerosi test con lo staff medico.

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1