LOADING

Type to search

Caja: “Contro Pistoia sarà importante giocare di squadra”

Matteo Bettoni 2 marzo 2018
Share

Per il ventesimo turno della Lega Serie A Basket, la Pallacanestro Openjobmetis Varese vola al PalaCarrara per sfidare la The Flexx Pistoia. Nel pomeriggio di oggi, coach Attilio Caja ha parlato della preparazione alla gara dopo la rifinitura pomeridiana dei suoi ragazzi al PALA2A:

“Loro sono molto carichi e le dichiarazioni che ho letto ce lo confermano. […] E’ una squadra che in casa ha sempre fatto ottimi risultati e gioca in modo dinamico con palle rubata e contropiedi. Per questo stile di gioco, Moore è un giocatore molto importante per loro perché dà ritmo alla squadra. I lunghi Ivanov, Bond e Gaspardo hanno una grande mole, ma sono pericolosi in situazione di transizione offensiva. Un altro giocatore fondamentale è Diawara: bene vicino canestro e nei movimenti senza palla. […] Anche McGee è molto pericoloso col tiro e coi suoi uno contro uno. Gaspardo è un altro giocatore dinamico. Mian era nella nazionale sperimentale, ma ha dimostrato di saper tenere bene la categoria. Magro è uno dei lunghi più solidi del panorama italiano. […] Per certi versi, Pistoia ha delle caratteristiche molto simile, possiamo fare bene se giochiamo una buona difesa molto attenta a metà campo e un attacco dove dovremo continuare a condividere le responsabilità nel quale tutti dovranno dare il loro contributo. Domenica Ferrero non sarà nel match, ma abbiamo sempre dimostrato di saper far fronte alle assenze. Dobbiamo farci trovare pronti e con una buona armonia di squadra”.

 

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1

You Might also Like