LOADING

Type to search

Share

2. le vittorie consecutive dell’Armani Exchange: dopo la vittoria contro l’Unicaja di mercoledì sera, Milano riesce il campo del Baskonia con una prestazione convincente e di carattere tanto quanto lo era stata quella contro Malaga.

4. le palle perse di Rodrigue Beaubois nell’arco dei 40 minuti. Ogni volta che il play francese ha cercato di penetrare l’area milanese, la difesa bianco rossa è sempre riuscita a chiudere le linee e mettere le mani sulla palla. Beaubois, autore di una gara poco più che discreta fino al 39′, sarebbe stato capace di cambiare l’esito del match con due canestri dell’80 pari e dell’82-81 se Theodore non avesse poi ribattuto con il canestro della vittoria. 13 i punti alla fine dei 40 minuti;

9. il Baskonia segna nove punti consecutivi dopo il canestro di Theodore per aprire la gara, ma prontamente l’Armani Exchange risponde con un contro parziale di 9-0 dall’11-5 all’11-14 coi punti di Theodore, Kuzminskas e Micov;

11. Milano tiene alte le percentuali dal campo e in particolare quelle da oltre l’arco. Nel match contro Malaga, i milanesi hanno segnato 15/24 da tre punti e ieri sera i giocatori di coach Pianigiani avevano ancora le mani calde: 11/27 dal campo corrisponde al 41%;

16. come i punti di Jordan Theodore: autore di una gara di indubbio spessore da cannoniere e di assistenza con 8 assist, l’esterno americano ha saputo caricarsi la squadra sulle spalle nei momenti principali della gara come in occasione del contro parziale in cui è stato capace di segnare i primi 3 punti e lanciare la corsa; menzionando canestri decisivi, bisogna citare la bomba del 59-70 in un momento in cui gli spagnoli stavano cominciando a flirtare con la rimonta o il canestro che ha deciso la gara per l’82-83 finale;

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1