LOADING

Type to search

ACB Recap: Vincono Real e Barça ma l’impresa è di Valencia

Share

Dopo un quarto di campionato i valori delle squadre iniziano a delinearsi ma nessuna è riuscita a mettere tra se e le altre un vantaggio sostanziale ma, come sempre, non è mancato lo spettacolo nel massimo campionato spagnolo soprattutto alla Bilbao Arena in cui l’imbattuto Valencia riesce ad espugnare un campo difficilissimo come quello in cui gioca la squadra basca. Nel frattempo anche il Barça, il Real ed il Baskonia restano sul pezzo vincendo in casa rispettivamente contro l’Obradoiro, il Manresa ed il Murcia mentre la Joventud riesce ad espugnare il campo dell’Estudiantes avanzando così a cinque vittorie ed una sconfitta, stesso record del Real e del Baskonia. Negli altri campi spicca la vittoria di Tenerife che esce dalla zona retrocessione fermando l’ottimo momento del Gran Canaria, che ora è sesto, l’impresa del Fuenlabrada sul campo dell’unica squadra che non ha ancora vinto un match, il Gipuzkoa, il successo casalingo di Siviglia ai danni dell’Unicaja Malaga ed il trionfo dell’Andorra ai danni del Saragozza ma ora andiamo in dettaglio sulle partite in ordine cronologico cominciando proprio da quest’ultima.

Cai Zaragoza-MoraBanc Andorra 73-80

Ottimo successo, il secondo in questa stagione, per Andorra in una sfida salvezza, giocatasi alle 12:15, sul campo del CAI Zaragoza trascinata dalle prestazioni di Shermadini, diciassette e sette rimbalzi, e di Bogdanovic, diciannove e sette rimbalzi. Nel primo tempo però sono stati i padroni di casa ad avere il pallino del gioco grazie alla buona prestazione di Norel, sedici per lui al termine, che porta i suoi sul 45-41 all’intervallo. Da lì in poi però la squadra di coach Peñarroya è riuscita a passare in vantaggio grazie ad un’ottima difesa ed al duello che Shermadini ha vinto su Norel. Nel quarto quarto gli ospiti sono riusciti ad andare sul 60-67 per poi controllare per il resto della partita trionfando 73-80, nonostante i nove punti negli ultimi dieci minuti di una vecchia conoscenza del campionato italiano: Drake Diener.

Lassa Barcelona-Rio Natura Obradoiro 67-57

Nel primo dei tre anticipi dell’una, è andata in scena una partita poco spettacolare al Palau Blaugrana che, come vi avevamo anticipato nel preview, è stata decisa dall’esito della battaglia sotto canestro vinta da Ante Tomic, che ha realizzato una doppia-doppia da diciotto ed undici rimbalzi. Comunque sia è stata una partita equilibrata nel primo tempo, chiusosi sul 34-31 ma nel terzo quarto i catalani hanno piazzato il break che ha chiuso la contesa con un Alex Abrines, da sedici punti, protagonista. Non sono bastati i quattordici punti di Angelo Caloiaro all’Obradoiro che perde di dieci.

Real Madrid-ICL Manresa 106-68

Nel secondo anticipo il Real Madrid si è sbarazzato senza pietà del Manresa in quel del Barclaycard Center di Madrid. La sfida si è decisa subito nel primo quarto in cui i blancos hanno sfruttato le loro qualità tecniche e la lunghezza della loro panchina. Anche grazie all’ampio scarto acquisito, si sono contraddistinti giocatori come Luka Doncic, otto punti per lo sloveno classe 99’, e Gustavo Ayon, che ha realizzato diciotto punti senza sbagliare un tiro. A nulla sono valsi i diciassette di Chase Simon.

Baloncesto Sevilla-Unicaja Malaga 94-84

Nel terzo ed ultimo anticipo, il Siviglia è riuscita a sconfiggere una delle protagoniste di questo torneo ovvero l’Unicaja Malaga grazie ad una monster performance di Bostjan Nachbar, autore di trenta punti, quindici dei quali nei primi dieci minuti di gioco. Ed è proprio nel primo quarto che la partita ha avuto un momento significativo dove i ragazzi del coach Casimiro hanno subito fatto capire le cose in chiaro essendosi portati sul 29-18 al decimo. Nei quarti centrali si è accorciato sensibilmente grazie alle giocate di Jamar Smith e Stefan Markovic ma nella parte finale del derby andaluso sono state le triple di Scott Bamforth a mettere una pietra sul risultato finale, ovvero 94-84.

Laboral Kutxa-Ucam Murcia 90-67

Come nella partita di Madrid, il Laboral ha vinto questa partita alla Fernando Buesa Arena grazie ad un primo quarto stellare, conclusosi sul 27-13. Successivamente il Laboral, trascinato dai diciassette punti di Causeur e dalla prestazione di Darius Adams, che ha realizzato diciannove punti, conditi da sei rimbalzi e quattro assist, ha mantenuto questi punti di vantaggio nonostante la doppia-doppia di Augusto Lima, quindici ed undici rimbalzi per lui, che è stata vana ai fini del risultato.

Retabet.Es Gipuzkoa-Montakit Fuenlabrada 68-82

Ottima vittoria in trasferta del Fuenlabrada che batte i baschi del Gipuzkoa e si porta all’ottavo posto, l’ultimo della zona playoff. Gli ospiti sono riusciti a sconfiggere gli avversari grazie ad un solido secondo tempo in cui i canestri di Urtasun e Popovic hanno pesato nell’esito dell’incontro. Male invece il Gipuzkoa che, nonostante le prestazioni di Doblas e Grimau, non sono riusciti a vincere la loro prima partita in questo campionato che per loro si comincia a fare in salita.

Movistar Estudiantes-Joventud Badalona 83-86

Bella la sfida tra queste due squadre che ha visto gli ospiti sbancare il campo dell’Estudiantes solo all’ultimo minuto di gioco. Partita che ha visto brillare la stella di Juan Alberto Hernangomez, che ha chiuso con venti punti e dieci rimbalzi. Doppia-doppia però che non è bastata poiché, dopo un finale tirato, l’Estudiantes ha sprecato ben due occasioni vanificate con una palla persa e con la tripla dell’ipotetico overtime sbagliata da Javier Salgado. Arriva così il quarto trionfo consecutivo per la Joventud che inizia a sognare in grande.

Dominion Bilbao-Valencia Basket 104-111 (2OT)

Come detto in apertura è alla Bilbao Arena che è andata in scena il match della giornata con gli ospiti che hanno espugnato il campo basco. Questa è stata una partita priva di break con le squadre che non sono riuscite ad approfittare degli errori difensivi per vincerla nei primi quarantacinque minuti in un match folle e spettacolare. L’MVP dell’incontro è stato Justin Hamilton che, con i suoi trentuno punti e dieci rimbalzi, è stato eletto anche l’MVP della settimana. L’ex Miami Heat è stato determinante specie nel secondo supplementare annichilendo i padroni di casa, che hanno mandato ben sei uomini in doppia-cifra con Clevin Hannah miglior marcatore dei suoi con ventidue punti. Con questa splendida vittoria, Valencia rimane imbattuta mentre il Bilbao è stato raggiunto dal Fuenlabrada e rimane appaiato con l’Obradoiro e l’Unicaja a tre vittorie e tre sconfitte.

Iberostar Tenerife-Herbalife Gran Canaria 65-63

Nel derby delle isole è il Tenerife a spuntarla ed a ottenere il primo successo in questa stagione. Ciò grazie ai punti di Nico Richotti, Javier Beiràn e di Davin White che ha siglato la tripla del 65-63 a due minuti dalla fine, caratterizzati dalla molta pressione tipiche in partite del genere. Male gli ospiti che hanno segnato solo sette delle ventinove conclusioni dalla lunga distanza e ciò ha fatto sì che il Gran Canaria ha perso temporaneamente il treno delle prime cinque in classifica a causa della pessima giornata balistica di Kevin Pangos ed Albert Oliver, quattro su sedici per loro due da tre. Per gli ospiti solo Alen Omic ha mantenuto buoni livelli segnando quindi punti.