LOADING

Type to search

Varese si impone e completa l’impresa al PalaRadi.

Matteo Bettoni 18 novembre 2018
Share

Due anni e mezzo dopo, Varese torna a vincere al PalaRadi. Una settimana dopo quelle 4 palle perse nel match contro Avellino, Varese fortifica la sua personalità con una vittoria di carattere nel secondo derby della stagione imponendosi con il punteggio di 79-82 sulla Vanoli Cremona.

Forti del vantaggio costruito nel primo quarto – 10 a 25 – grazie ad un Tyler Cain subito ‘on fire’, all’alta percentuale da due e una difesa pressoché imbattibile, i varesini mettono subito le mani sulla gara ma i padroni di casa rinascono nel secondo parziale: con le bombe di Crawford e la presenza a rimbalzo di Mathiang – in doppia cifra già dopo 20 minuti – Cremona ritorna in gara portandosi sul 38-39 prima dell’intervallo.

E’ in uscita dagli spogliatoi che Varese stabilisce il secondo allungo della gara siglato Avramovic per un parziale che le riconsegna anche il +14 – 45 a 59 – prima che Cremona trovi le energie per accorciare con un parziale di 9 a 0 firmato Demps. Gli sforzi dei ragazzi di Sacchetti però non bastano perché Varese ha costantemente il piede sull’acceleratore e spinge con le triple di Archie – 22 punti, 4 su 8 da fuori -, Moore e Tambone mette la firma sulla seconda vittoria in tempi di lunch match. Saranno vani i tentativi di Demps – 20 a fine gara – Crawford e Ruzzier di rimettere in piedi la gara.

QUI tutti i numeri della gara

Tabellino:

Vanoli Cremona: Crawford 22, Demps 21, Aldridge 15, Mathiang 9 e 13 rimbalzi;

Pallacanestro Openjobmetis Varese: Archie 22, Cain 16 e 13 rimbalzi, Avramovic 15, Moore 10, Scrubb 9 e 11 rimbalzi;

Parziali:

Singoli quarti: 10-25, 28-14,18-21, 23-21; Progressivi: 10-25, 38-39, 56-61, 79-82;

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1