LOADING

Type to search

Share

Dopo la brutta sconfitta subita contro la Pallacanestro Openjobemetis Varese, coach Simone Pianigiani ha esordito così in conferenza stampa:

Questione di carattere… – “Questa volta sono davvero incazzato coi miei giocatori perché per vincere su un campo pieno di tradizione avremmo dovuto fare una partita con personalità più marcata. Siamo già a febbraio ed è tempo di mostrare un approccio diverso. Abbiamo subito 25 punti nel secondo quarto e anche se dobbiamo recuperare energie ed acciacchi, oggi non posso perdonare quegli incredibili tiri che abbiamo sbagliato con tutti gli specialisti. Almeno dovevamo avere carattere come nel terzo quarto quando siamo rientrati, nel quarto quarto abbiamo dovuto accelerare. Adesso tutto ciò deve cambiare: posso accettare una partita di errori imbarazzanti in attacco, ma quei 25 punti del secondo quarto sono inaccettabili. Giusto essere trascinati dal pubblico e dalla foga, ma l’arrendevolezza mi fa davvero incazzare. Bisogna avere carattere sulle partite in trasferta perché giocheremo a Barcellona, Stella Rossa e Fenerbahce e una sola casalinga nel prossimo mese”

… e di reazione – “Non dobbiamo pensare di venire a Varese per protestare con gli arbitri come ho visto in un paio di occasioni. Dobbiamo proteggere i palloni, subire le botte che ci sono da prendere e poi farlo anche noi. Se bisogna farlo, bisogna reagire e ‘picchiare’ sul campo. Loro hanno esasperato delle scelte difensive perché giustamente Attilio aveva impostato il match in questo modo e per vincere contro Milano a volte devi rischiare. Ha fatto bene. Noi dobbiamo cambiare questo atteggiamento di arrendevolezza perché le squadre importanti giocano per vincere”

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1491822764268229&id=132005483583304

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1

You Might also Like