LOADING

Type to search

Share

Panathinaikos OPAP-Olympiacos Pireo è il big-match di questa sesta giornata di Eurolega, ma non solo. E’ il derby greco, un match che ha fatto e fa la storia del basket di Atene e dell’Europa intera. Ed è solo il primo della stagione in cui l’Olympiacos si schianta contro i padroni di casa dopo essere stato sopra per 25 minuti di gara. Poi il Pana ha cominciato a tirare e a difendere meglio, Antetokounmpo e Lekavicius hanno preso il ritmo e così il Pana ha strappato la partita per 93-80.

Ma andiamo a vedere i principali numeri di questa partita.

Troppa poca circolazione di palla nel primo tempo

Solo due assist nel primo tempo per il Panathinaikos. Se la partita inizia bene per i padroni di casa – con 5 punti in fila di Nick Calathes – poi fanno fatica ad assistersi a vicenda. Solo un assist per l’ex Memphis Grizzlies e uno per Pappas. La musica non cambia di molto nel secondo tempo: i bianco verdi faticano a far circolare il pallone – solo 9 assist nel secondo tempo – ma trovano in Nick Calathes il miglior distributore. 7 assist per lui, 14 punti e 7 rimbalzi.

Timma perfetto dall’arco

La squadra di David Blatt viaggia a gonfie vele nel primo tempo grazie alle ottime percentuali al tiro – 6/12 da tre – tra cui spicca anche un impressionante 4/4 di Janis Tiemma che finirà i primi 20′ con 14 punti a referto. Nel secondo tempo continua con il suo tiro al bersaglio, ma il numero dei tentativi diminuisce e così anche la percentuale. Solo 2 bombe tentate, una segnata e 5/6 al tiro finale. 17 punti alla fine dei 40.

Antetokounmpo + Lekavicius = la rotazione vincente

Thanasis e Lukas valgono il sorpasso e la vittoria al Panathinaikos. Il primo esplode nel terzo quarto sfruttando la potenza fisica e l’atletismo in campo aperto e in post-basso facendo pagare un prezzo troppo caro persino a Spanoulis: 9 punti e +5 dopo 30. Lekavicius è il killer dell’utlimo periodo. Dopo un and-one di Milutinov per il 72-67, il lituano mette l’ipoteca sulla gara prima col canestro dalla media del 74-67, poi affonda due triple che costringono l’Olympiacos alla terza sconfitta europea. Il greco e il lituano valgono 29 punti.

Mister perfezione

Printezis sfiora la serata perfetta. Se non fosse per i 5 uomini in doppia-cifra dei bianco verdi e il dominio a rimbalzo, l’Olympiacos avrebbe potuto conquistare l’OAKA grazie ad una prestazione magistrale di Georgios Printezis. 9/10 da dentro, 1/2 da tre, 5/6 ai liberi e 4 rimbalzi. Le cifre parlano chiaro, ma tutto il tesoro delle mani del greco non è servito a far prevalere il gioco dei bianco rossi sul Panathinaikos.

 

Tabellino:

Panathinaikos OPAP: Lekavicius 17, Calathes 14, Antetokounmpo 12, Gist 10, Lojeski 10;

Olympiacos Pireo: Printezis 26, Tiemma 17, Milutinov 11;

Parziali:

Singoli quarti: 21-23, 20-25, 26-14, 26-18; Progressivo: 21-23, 41-48, 67-62, 93-80;

 

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1