LOADING

Type to search

Numbers, Openjobmetis – Fiat Auxilium. Avramovic strepitoso alla guida di una Varese di ferro

Matteo Bettoni 17 Dicembre 2018
Share

Back-to-back-to-back-to-back. La Openjobmetis trova un’altra vittoria contro una squadra che stanzia nei bassifondi della classifica (qui), la Fiat Auxilium Torino. Ecco i numeri fondamentali della quarta vittoria consecutiva della squadra varesina.

Numbers

Varese contro le big

Varese scrive per la quarta volta consecutiva “vittoria”. Brescia, Trento, Trieste, Cremona, Venezia e adesso anche Torino. Varese è sempre più lanciata verso il terzo posto, una piazza che gli garantirebbe la presenza in Coppa Italia e un ottimo fattore per un’eventuale presenza ai playoff 2019. Quarta vittoria casalinga su sei gare giocate in casa, uno dei migliori record dell’intera lega. Varese, tra le mura della Enerxenia Arena, è imbattibile.

Avramovic: leader indiscusso

19 punti e 11 assist parlano per il serbo. Leader indiscusso della squadra, la sua presenza è decisiva nei diversi momenti della gara: nel primo quarto sfodera 4 assist per i vari Cain e Scrubb, nel secondo quarto serve altri 3 assist tra cui la palla del +12 nelle mani di Scrubb, nel terzo periodo prende definitivamente in mano le redini della gara segnando 9 punti e consegnando il 60-48 nelle mani dei padroni di casa. Poi nell’ultima frazione assiste alla vittoria della squadra consapevole di aver pesato sull’andamento della gara. Candidato MVP della giornata.

Delfino, Hobson e Moore: i motori di Torino

L’argentino e l’americano sono i tre veri propulsori della squadra ospite. Insieme si combinano per 40 punti che arrivano nei due momenti chiave della gara. Varese strappa, ma Torino sta alle calcagna, non vuole mollare. Nel secondo quarto, sotto di 14 sul 31 a 17, Delfino piazza 8 punti, Moore 5 per riuscire a ricucire il distacco sul 37-29. Nel terzo quarto invece, Hobson fa la voce grossa combinando, con l’aiuto di Wilson e Cusin un parziale di 9-0 che fa tremare le gambe dei padroni di casa. Dal 60-48 al 60-56, poi la Openjobmetis infila il 17-3 e scappa qualsiasi idea di rimonta.

La spaccatura decisiva

Tra numerosi alti e bassi, strappi e ricuciture, Varese subisce la rimonta degli ospiti: da +12 a +4, Caja è preoccupato dell’andamento di un quarto quarto davvero poco promettente. Varese spara a vuoto ogni cartuccia – 0/5 da tre – ma dopo il timeout chiamato da coach Attilio cambia la musica della gara. La Openjobmetis costruisce l’offesa da una grande difesa concedendo solo 3 punti negli ultimi 5 minuti e segnandone ben 17. Vittoria e terzo posto in classifica.

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1