LOADING

Type to search

Share

1. l’Armani Exchange è stata in vantaggio per una sola volta nell’arco di 40 minuti poi dominati in lungo e in largo dalla squadra ospite: l’occasione si presenta nei primi attimi del primo quarto quando Micov spara e segna bomba che non solo regala il primo e unico vantaggio della gara ai milanesi sul 13-10, ma completa un parziale di 9-2 a favore dei padroni di casa dopo un doppio canestro di Bertans e una schiacciata con libero supplementare segnato di Tarczewski;

3. gli uomini indispensabili per Itoudis: sono Rodriguez, De Colo e Clyburn rispettivamente con 15 punti e 8 assist, 24 punti e 15 punti con 9 rimbalzi. Spesso durante il match le combinazioni di episodi nati da queste tre stelle si sono mostrate letali per l’andamento del match: sul 26-35, Rodriguez spara la bomba che permette ai moscoviti di andare negli spogliatoi con la doppia cifra di vantaggio; dalle mani del francese esce la tripla del +14 alla sirena dell’intervallo così come i canestri che annullano le rimonte milanesi sul 46-54 e poco dopo per la nuova doppia cifra di vantaggio per il 54-64; Clyburn vola più volte sopra il ferro facendo tremare non solo il canestro, ma anche la fiducia dei giocatori dell’AX, infatti i suoi punti si fanno sentire sempre nei momenti ‘clutch’ del gioco come dopo il doppio fallo tecnico assegnato a Hines e Tarczewski per l’allungo definitivo che avrebbe consegnato il match al CSKA;

6. i punti di un Mindaugas Kuzminskas piuttosto spento quanto illusorio. Con due triple, il lituano prima esalta e poi dà la falsa speranza ai tifosi presenti al Forum di una possibile rimonta, infatti i suoi 6 punti escono dai polpastrelli in occasione del 54-60 e qualche minuto dopo per il 58-69 accompagnato da un canestro della media di capitan Cinciarini per il -9;

16. è il totale dei turnover che pesano sulle spalle dell’Armani Exchange: fondamentali negli equilibri dei giochi, quei tre possessi di fine primo quarto che coincidono proprio con tre palloni lasciati al caso dalla squadra milanese dai quali nasce il +8 (15-23) del CSKA coi canestri di Hines, De Colo e Higgins;

Nando De Colo

30. il massimo vantaggio toccato dai moscoviti in un paio di occasioni nell’ultima frazione di gioco sul 69-99 e poi di nuovo nell’azione offensiva successiva per il 71-101;

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1