LOADING

Type to search

Armani Exchange avanti per tre quarti. Poi il CSKA prende forma

Matteo Bettoni 8 novembre 2018
Share

Sembrava un sogno, poi Milano si è dovuta svegliare. Anzi, è stato proprio il CSKA a svegliarsi negli ultimi 10 minuti prendendo di forza il vantaggio e mantenendo costante la corsa per tutto l’ultimo periodo nonostante i continui attacchi dell’Armani Exchange orfana ancora di Nedovic. Al Mediolanum Forum, il CSKA infligge la seconda sconfitta – casalinga – ai milanesi e rimane perfetta in Eurolega grazie alla sesta vittoria conquistata soprattutto coi 23 punti di Higgins un’ottima difesa che costringe i padroni di casa a 17 palle perse. All’Armani Exchange non bastano quattro uomini in doppia-cifra e il vantaggio a rimbalzo – 39 a 31 – che ha sostenuto per 30 minuti il vantaggio milanese.

Primo quarto

I russi lasciano il timbro della grande squadra sin dalle prime battute: parziale di 7-0 firmato Clyburn e Hunter in attacco mentre Milano fa 0/3 dal campo. Ma l’Armani Exchange riparte da un Tarczewski dominatore dell’area per organizzare le armi e scavalcare il CSKA sull’8-9, iniezione di fiducia delle scarpette rosse che riescono ad allungare anche sul 21-16 grazie alla circolazione di palla, i giochi da tre punti di Mike James e Bertans e la forza di Gudaitis in area.

Secondo quarto

Nonostante la partenza fiammante del CSKA – parziale di 9-2 – Milano c’è e si fa sentire soprattutto nel pitturato con un Gudaitis in ritmo e in fiducia. Sul 27-29 per gli ospiti, il lituano porta 10 punti in casa Armani Exchange validi per il pareggio a quota 36. È nei 3 minuti che anticipano l’intervallo che Milano trova sull’asse Gudaitis-Bertans un duo strepitoso: due bombe in fila per il lettone e la stoppata del lituano permettono all’Armani Exchange di andare a riposo sul 41-40 annullando i punti di Hunter e De Colo.

Terzo quarto

Il riposo del Forum nutre le energie milanesi e il campo trova la risposta degli uomini di Pianigiani. Un Micov inarrestabile guida la cavalcata con 7 punti in uscita dagli spogliatoi, poi Milano è tutta difesa e ripartenza: Micov assiste Tarczewski, James ruba un paio di palloni che si trasformano in +10 (58-48), ma Peters spezza l’accelerazione dell’Armani Exchange con una tripla che apre le porte ad un doloroso parziale di 10-0 firmato dalle due triple di De Colo e i punti di Higgins nell’ultimo minuto e mezzo.ù

Quarto quarto

Un’altra partenza spiazzante. Non perché Milano non riesce a reggere il ritmo ma perché è il CSKA questa volta ad imporsi. Col sorpasso di Nando De Colo sul 68-70, i russi dettano legge trovando anche lo stacco definitivo con la tripla di Peters per il 71-77. Milano si butta nel pitturato, trova punti da Bertans, un forte aiuto sotto canestro – in termini di rimbalzi e punti – di Brooks per il -2 (77-79) e la tripla di James a quota 80. Sono Higggins e Hines però a chiudere la gara infliggendo a Milano un parziale di 6-0 a poco più di un minuto dalla fine. A poco valgono gli ultimi sforzi di Gudaitis e Micov per chiudere sull’85-90.

Tabellino:

AX Armani Exchange Milano: Micov 24, James 16, Gudaitis 16, Bertans 12;

CSKA Moscow: Higgins 23, De Colo 18, Clyburn 14, Peters 10;

Parziali:

Singoli quarti: 21-16, 20-24, 25-23, 19-27; Progressivi: 21-16, 41-40, 66-63, 85-90;

QUI  le parole di coach Simone Pianigiani al termine della gara.

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1