LOADING

Type to search

Petrucci: “Quando giocherà l’Italia ci sarà il tutto esaurito, Torino sta rispondendo con entusiasmo”

Luigi Liguori 30 Giugno 2016
Share

Giovanni Petrucci: “Siamo ormai alla vigilia di una manifestazione per noi di passaggio, perché i Giochi Olimpici sono il sogno di tutti. Il CT, lo staff e i giocatori stanno facendo il proprio dovere e per questo siamo sereni. Ovviamente più ci si avvicina al Pre Olimpico più aumenta la tensione, ma è una tensione di chi sa che fino ad oggi ha fatto il massimo. Ora si tratta di completare al meglio la preparazione, visto che le insidie, infortuni compresi, sono dietro l’angolo. Questa è una squadra con numeri importanti che Ettore Messina sta amalgamando al meglio. Il gruppo è fondamentale, lo sta dimostrando anche la Nazionale di calcio di Antonio Conte, ma servono anche le stelle, perché possono dare quel qualcosa in più: io però preferisco il gruppo alle stelle. Giocheremo il Pre Olimpico in casa: è certamente un vantaggio, anche se inevitabilmente la pressione c’è. Sono però convinto che è sempre meglio giocare in casa che in trasferta. Sono contento perché quando giocherà l’Italia ci sarà il tutto esaurito, Torino sta rispondendo con entusiasmo”.

Fonte: Ufficio Stampa FIP

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1