LOADING

Type to search

Il pagellone della ACB: ecco i promossi e bocciati della undicesima giornata

Share

È stato un week-end intenso quello dell’undicesima giornata di campionato che ha visto alcune soprese ed altre conferme come quella del Valencia dei record abile di iniziare la stagione con un bilancio di ventuno vittorie e nessuna sconfitta. Ottime anche le affermazioni del Real, che rimane secondo in attesa di approfittare di un errore della capolista, e del Baskonia, abile nel risollevarsi dopo due sconfitte consecutive. Buone anche le affermazioni del Barça e del Gran Canaria, che si mantengono rispettivamente al secondo e quinto posto, mentre in coda le ultime tre piazzano un blitz insperato in cui sono da sottolineare i trionfi esterni dell’Estudiantes e del Gipuzkoa, che si sblocca dopo dieci giornate con la bocca all’asciutto ma ora è tempo di voti e giudizi.

VOTO 8: Valencia, Real Madrid e Baskonia.

Tre ottimi successi. Tre vittorie d’autorità. Tre affermazioni che non hanno lasciato scampo agli avversari. Sicuramente la giornata per queste tre società è stata ottima in particolare per il Valencia, autore di una buona prova nel campo di Manresa, che ha dimostrato l’abilità del riuscire a gestire i ritmi di una partita complicata. Stesso discorso per il Real che ha strapazzato il Morabanc Andorra dal ventunesimo al trentesimo riportandosi così al secondo posto. Infine il Baskonia a cui va dato il merito di essersi ripreso in ACB sconfiggendo pesantemente il Siviglia con una facilità disarmante.

VOTO 7: Gran Canaria, Zaragoza, Estudiantes e Gipuzkoa.

Una conferme e tre soprese. Il Gran Canaria esce da un periodo opaco in ACB trionfando nel difficile campo di Murcia che ha provato in tutti i modi peccando di lucidità. Sicuramente è ritornata la fiducia tra gli uomini di Aito, dopo i duri K.O. di Valencia e Madrid, per questo motivo sono da tenere d’occhio per la corsa al quarto posto che significherebbe avere il vantaggio del fattore campo al primo turno dei play-off. Poi troviamo Zaragoza, Estudiantes e Gipuzkoa che ritrovano il sorriso dopo un pessimo momento in campionato. Tre vittorie difficili giunte contro Malaga, Bilbao e Tenerife, tre compagini in forma. Si riaccende dunque la lotta salvezza anche perché le squadre situate dalla sesta alla quindicesima posizione hanno tutte perso.

VOTO 6: Barcellona, Fuenlabrada e Obradoiro.

Come al solito poche squadre prendono questo voto ed hanno sempre delle ragioni diverse. Cominciamo dal Barça, che ha vinto del derby catalano, ma poteva aggiudicarsi la contesa con meno problemi. Sicuramente ha influito pesantemente la percentuale da due degli avversari ma la pericolosità del tiro dalla lunga distanza del Badalona poteva essere arginato in maniera migliore. Passiamo ora alle altre due squadre protagoniste di questo giudizio le quali si sono scontrate nel primo anticipo. Il Fuenlabrada ne è uscito vincitore ma non ha regalato una grande prova difensiva specie contro Adam Waczynski autore di ventotto punti tredici dei quali giunti dalla lunetta, dato che evidenzia come le guardie della squadra abbiano sofferto. Invece la società di Santiago di Compostela ha dimostrato come in trasferta rimanga comunque un osso duro da abbattere rimanendo così una compagine in corsa per l’ammissione alla Copa del Rey e dei playoff.

VOTO 5: Malaga, Badalona, Bilbao, Manresa, Tenerife e Murcia.

Sei sconfitte brucianti che grideranno vendetta nel corso del campionato. Per Malaga il crollo a Zaragoza significa tante cose come la sfumata possibilità di staccarsi dal gruppone di dieci squadre ed un esame di maturità non superato, anche se c’è da dire come l’infortunio di Stefan Markovic sia giunto in un momento delicato del match. Per Badalona sono da dimenticare le percentuali da due, un misero 41% che se migliore poteva significare un clamoroso successo sul campo di Barcellona. Per Bilbao e Tenerife non sono stati sufficienti le avvisaglie lanciate dall’Estudiantes e Gipuzkoa, troppo bisognose di due punti, ma si è manifestato un calo di concentrazione letale. Salendo in Catalunya troviamo un Manresa remissivo che non è riuscito a contrastare lo strapotere della capolista mentre il Murcia si deve rammaricare per le occasioni sfumate in casa contro Gran Canaria.

VOTO 4: Andorra e Siviglia.

Sconfitte brutte quelle rimediate da queste due squadre. Sicuramente gli avversari, rispettivamente il Real ed il Baskonia, erano molto complicati da scardinare ma quello che ha destato scalpore è stata la modalità della sconfitta giunta in casa per la squadra del principato ed in trasferta per gli andalusi. I primi sono stati vittime, e complici, di un grande terzo quarto del Madrid mentre i secondi non sono riusciti a contrastare per tutta la durata dell’incontro le abilità del Laboral. Vedremo come reagiranno nel prossimo turno le compagini.