LOADING

Type to search

Copa del Rey quarto di finale #3: Bastano dieci minuti al Real per passare il turno

Share

 

LA CORUÑA – Dopo le incredibili partite di ieri in cui le prime due in classifica, ovvero Valencia e Barcellona, sono state eliminate oggi toccava al Real Madrid scendere in campo nel primo quarto di finale di giornata. La squadra di coach Pablo Laso, con un ottima prestazione corale, è riuscita a rispettare i pronostici vincendo la sfida contro il Montakit Fuenlabrada con il punteggio di 101-84 ottenendo così la rivincita, contro l’altra squadra di Madrid, dopo la sconfitta dello scorso diciassette gennaio. Il match si è deciso in un momento preciso ovvero il secondo quarto in cui i blancos hanno piazzato tanto importante quanto decisivo ai fini del risultato finale. Il migliore è stato Jaycee Carroll con diciotto punti aiutato egregiamente da Jonas Maciulis, quindici punti, Andreas Nocioni, quattordici, Jeffrey Taylor e Gustavo Ayon, entrambi a quota dodici, Sergio Llull, undici per lui, e dal capitano Felipe Reyes, il quale ha chiuso con dieci punti a referto. Agli avversari non sono bastate le grandi prove di Ivan Paunic, top scorer del match con ventisette punti e sette rimbalzi, e di Alex Urtasun, capace di realizzare ventidue punti in ventiquattro minuti. Con questo successo il Real supera un ostacolo e si avvicina a quella che potrebbe essere la terza affermazione consecutiva in questa manifestazione, la ventiseiesima nella sua ricca storia ma ora passiamo alla cronaca.

QUINTETTI

REAL MADRID: Llull, Carroll, Maciulis, Reyes, Ayon.

FUENLABRADA: Popovic, Tabu, Paunic, Wear, Gonzalez.

I primi dieci minuti della sfida risultano subito spettacolari poiché si sviluppa una sfida incandescente: quella tra Gustavo Ayon ed Ivan Paunic. Il pivot messicano, infatti, segna dieci dei suoi dodici punti in quei frangenti ma l’ala serba risponde e grazie ai suoi nove punti riesce a tenere a galla i suoi il primo quarto, che si chiude sul 25-21. Nel secondo quarto però c’è la svolta del match. Essa avviene tra il sedicesimo ed il ventesimo minuto in cui i campioni in carica della competizione realizzano un sontuoso parziale di 22-3, da 32-29 a 54-32, in cui si scatenano Taylor e Nocioni visto che realizzano rispettivamente dodici ed otto punti nel break che è la causa del 54-34 dell’intervallo. Nel terzo quarto il Fuenlabrada cerca una rimonta ma il Real riesce a controllare bene i ritmi di gioco in modo tale che il distacco tra il ventunesimo ed il trentesimo non scenda mai sotto i sedici punti, nonostante le giocate di un ispiratissimo Paunic. All’inizio del quarto finale i blancos accusano un piccolo calo, causato dai sette punti di Urtasun che riporta i suoi sino all’84-72, ma dopo una strigliata di Pablo Laso il Real riprende il controllo dei ritmi di gioco chiudendo il match col definitivo punteggio di 101-84.

REAL MADRID-FUENLABRADA 101-84 (25-21; 29-13; 23-25; 24-25)

TABELLINO

RMD: Rivers 0, Nocioni 14, Doncic 3, Maciulis 15, Reyes 10, Rodriguez 2, Ayon 12, Carroll 18, Lima 2, Llull 11, Hernangomez 2, Taylor 12. Rimbalzi 35 (Ayon 7). Assist 26 (Rodriguez, Llull e Taylor 6).

FUEN: Popovic 0, Urtasun 22, Urtiz 2, Stevic 9, Tabu 5, Llorca 3, Wear 2, Smits 0, Gonzalez 8, Sobin 6, Paunic 27. Rimbalzi 25 (Paunic 7). Assist 18 (Uriz e Tabu 5).