LOADING

Type to search

Copa del Rey: il Real vince e si aggiudica la sua ventiseiesima coppa nazionale!

Share

LA CORUÑA – Dopo una bellissima partita il Real Madrid supera l’Herbalife Gran Canaria 85-81 e conquista per la terza volta consecutiva la Copa del Rey, la quarta nelle ultime cinque edizioni. Sfida apertissima con molti break e resa spettacolare dalle bellissime giocate e da un finale incandescente in cui il Gran Canaria ha sfiorato l’impresa di rimontare uno svantaggio di dodici punti a due minuti dal termine. L’MVP della sfida è Gustavo Ayon, autore di quindici punti e sei rimbalzi, il quale ha creato moltissimi problemi ai lunghi avversari. Sicuramente altra grande prestazione è stata quella di Jaycee Carroll, letale nelle sue uscite dai blocchi, e di Sergio Rodriguez, autore di undici punti conditi da una grande leadership in campo. Non sono bastati i sedici punti di Albert Oliver, vero e proprio leader dei canarios, ed i quattordici di Xavi Rabaseda, che con le sue triple ha fatto rimanere a galla i suoi, ma ora passiamo alla cronaca del match.

QUINTETTI

GRAN CANARIA: Pangos, Salin, Newley, Baez, Pasecnicks.

REAL MADRID: Llull, Carroll, Maciulis, Reyes, Ayon.

Il match si apre immediatamente con una sorpresa ovvero la partenza in quintetto di Anzejs Pasecniks. Questa scelta però non paga infatti il Real ne approfitta subito con un Gustavo Ayon in stato di grazia nei primi minuti. Oltre al pivot messicano anche Jacye Carroll ricopre un ruolo importante grazie alle sue uscite dai blocchi che fruttano cinque punti ed il vantaggio sul 4-13 al quinto. A questo punto entra Alen Omic e col suo ingresso il Granca migliora in ambedue le fasi e, sul finire del primo quarto, sale in cattedra Xavi Rabaseda che, nel momento più difficile per i suoi, realizza due triple che accorciano il distacco da nove a sei punti al decimo minuto fissando così il risultato sul 18-24. Nei primi minuti del secondo quarto sale in cattedra un altro protagonista ovvero Pablo Aguilar che, dopo qualche errore di troppo nella prima frazione, realizza sei punti consecutivi che consentono di ridurre ulteriormente il distacco alla squadra di coach Aito sul 24-26 del quattordicesimo. Da questo minuto all’intervallo però ci sono altri due break degni di nota ovvero il 2-10 del Real, in cui la difesa ed un attacco corale fanno la differenza, ma il Gran Canaria reagisce e con due triple ed un gioco da tre punti ritorna sul 38-40 al ventesimo. Il secondo tempo si apre con la tripla del sorpasso dell’ala dominicana Eulis Baez che contribuisce al vantaggio nel punteggio sino al venticinquesimo minuto in cui i galacticos iniziano un break di 0-8 (dal 48-45 al 48-53 del 26’) in cui Carroll si rende protagonista di un gioco da quattro punti. Il terzo parziale si chiude con giocate di spessore in particolare dalla tripla di Kevin Pangos che chiude con una tripla in faccia ad Ayon la terza frazione sul punteggio di 59-62. Il quarto parziale si apre con un canestro di Ayon ed una tripla del “Chacho” Rodriguez che issa i blancos sul 59-67. Da qui inizia un allungamento progressivo sino al 70-82 del trentasettesimo, causato dalle prodezze di K.C. Rivers e Jaycee Carroll. A questo punto, precisamente a due minuti dal termine, la partita sembra chiusa ma con una pressione asfissiante e tiri veloci, come le triple di Oliver e Rabaseda, il distacco si riduce da meno dodici a meno sei (76-82 al 39’). A questo punto Ayon subisce fallo e realizza solo un tiro libero con Oliver che segna immediatamente un facile lay-up ad un minuto dal termine (78-83). Nell’azione successiva Llull sbaglia un tiro ed il Granca ne approfitta subito con una tripla di Rabaseda. A questo punto il Chacho subisce fallo e, glacialmente realizza entrambi i liberi ed è nell’azione successiva che si decide l’esito perché Aguilar sbaglia regalando così la ventiseiesima Copa del Rey al Real.

GRAN CANARIA-REAL MADRID 81-85 (18-24; 20-16; 21-22; 22-23)

TABELLINO

GCA: Pangos 3, Oliver 16, Savané 4, Newley 8, Salin 3, Seeley 9, Baez 8, Pasecniks 2, Rabaseda 14, Omic 8, Aguilar 6. Rimbalzi 32 (Aguilar 8). Assist 14 (Pangos e Seeley 4).

RMD: Rivers 10, Nocioni 7, Doncic 0, Maciulis 11, Reyes 12, Rodriguez 11, Ayon 15, Carroll 13, Lima 4, Llull 2. Rimbalzi 43 (Nocioni 7). Assist 14 (Llull e Rodriguez 5).