LOADING

Type to search

Basketball Champions League: le novità della prossima stagione

Luigi Liguori 10 maggio 2017
Share

Alcune settimane dopo la fine della prima Final Four in quel di Tenerife, la Fiba ha annunciato alcune novità in vista della prossima stagione.

FORMAT DELLA COMPETIZIONE.

Per migliorare la competitività, il numero dei club partecipanti è stato ridotto da 40 a 32 con un massimo di 24 squadre già qualificate alla Regular Season ed 8 squadre che accederanno alla competizione attraverso i Qualifying Round.
Il calendario iniziale prevederà quattro gruppi da otto squadre con i primi quattro club in ogni gruppo che accederanno direttamente alla fase successiva.

ATLETI NAZIONALI.

Sotto il punto di vista dei tesseramenti sono state introdotte alcune novità in materia di giocatori.
Infatti ogni club dovrà schierare:
5 giocatori della nazionalità del club di appartenenza in caso di squadre con 11-12 giocatori a referto;
4 giocatori della nazionalità del club di appartenenza in caso di squadre con 10 giocatori a referto.

BENEFIT FINANZIARI.

La BCL ha inalzato il premio per chi andrà a vincere il trofeo passando dagli attuali €500.000 ad €1.000.000.

PRIMA PALLA A DUE.

19 Settembre 2017

Tags:
Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1