LOADING

Type to search

Un’ottima Sassari esce a testa alta nella sfida con il CSKA

Share

La Dinamo Banco di Sardegna sfiora l'impresa sul parquet del Cska Mosca dove si gioca il round 7 fino all’ultimo minuto, tenendo testa all'Armata rossa. Finisce 93-87 ma i sardi mettono a segno una grande prova di intensità e determinazione.

Coach Calvani aveva chiesto delle risposte ai suoi ragazzi soprattutto in termini di atteggiamento, questa sera sul parquet dello Universal Sports Hall di Mosca le risposte non si sono fatte attendere. I giganti della Dinamo Banco di Sardegna firmano una delle più belle partite di Eurolega mai giocate contro la corazzata del Cska Mosca di coach Itoudis. Grande prestazione corale dei sardi che fin dal primo minuto portano in campo grande aggressività e intensità: i tentativi dei padroni di casa di scappare via sono arginati dagli uomini di Calvani che, nonostante lo svantaggio incassato al rientro dall’intervallo lungo, si riportano in parità a 4 minuti dalla fine. Diversi gli attori protagonisti: nell’ultimo quarto è il professor Logan (autore di 21 punti e 3 assist) a condurre i suoi mentre nel primo tempo emergono Petway (8 pt 3 rb), Eyenga (19 pt e 7 rb), Varnado (10 pt 6 rb) e la grande intensità di Brian Sacchetti. La Dinamo parte da qui, dalle risposte arrivate sul parquet moscovita.

La scena. Debutto sulla panchina della Dinamo per coach Marco Calvani che sul parquet dell’Universal Sports Hall di Mosca fa il suo esordio anche nella Turkish Airlines Euroleague. Per i giganti del Banco il round 7 rappresenta una sfida difficile visto il grande valore dell’avversario, la corazzata del Cska, ma fondamentale dal un punto di vista dell’atteggiamento.  A Devecchi e compagni spetta l’arduo compito di dare un segnale al termine di una settimana intensa e ricca di cambiamenti. Nel palazzo moscovita presenti numerosi tifosi sardi che hanno raggiunto la squadra nella trasferta più lontana della regular season europea: suggestivo il grido “Forza Dinamo” che risuona nel Cska Palace of sports. Il simbolo della strada fatta in questi anni dalla società di via Pietro Nenni, passo dopo passo, partita dopo partita: scrivendo nuove pagine della storia biancoblu.

Il match. Coach Marco Calvani manda in campo Haynes, Logan, Sacchetti Eyenga e Varnado, coach Itoudis risponde con De Colo, Fridzon, Jackson, Vorontsevich e Hines. Primo quarto di sostanza per la Dinamo Banco di Sardegna che chiude avanti di una lunghezza dopo 10’. I padroni di casa partono con un 4-0 che il Banco recupera con Haynes dall’arco. I russi provano a scappare ma la Dinamo c’è e resta li con Brian e 4 punti di Petway, ed è vantaggio biancoblu. Testa a testa tra le due squadre, i giganti sono solidi in difesa e produttivi in attacco: coach Itoudis si affida a Teodosic che è un cecchino dai 6,75. Il primo quarto si chiude 25-26. Nei dieci minuti successivi break moscovita di 5 punti, contro break di David Logan. Coach Calvani dà minuti e fiducia a D’Ercole, Pellegrino, Stipcevic e Formenti. A metà quarto Eyenga sigla la parità (35-35). L’esterno congolese dà la sua impronta al match con 10 punti. Una tripla di Teodosic manda le due squadre negli spogliatoi sul punteggio di 50-45. Al rientro dall’intervallo lungo i padroni di casa cercano lo strappo e lo trovano con Teodosic e Hines (62-55). La Dinamo ha qualche difficoltà in attacco nonostante Professor Logan, Fridzon chiude il terzo quarto dall’arco 70-58. Quando inizia l’ultima frazione Stipcevic lancia un segnale chiaro con palla rubata e contropiede al primo possesso. I giganti recuperano il gap canestro dopo canestro, guidati dal faro Logan che è una sentenza dai 6,75. Quando mancano 4’ la schiacciata di Eyenga sigla la parità: è delirio per i tifosi sardi presenti al Cska Palace of sports. I ragazzi di coach Itoudis firmano un break di 4 punti, Sacchetti dalla lunetta e bomba di Haynes: quando inizia l’ultimo giro di cronometro è 86 pari. Dopo il timeout Teodosic mette a segno una tripla da distanza siderale, Varnado dalla lunetta prova ad accorciare: De Colo non trema dalla linea di carità. Coach Calvani chiama minuto quando sul cronometro restano 19”: Hines inchioda l’appoggio a canestro di Haynes. Il round 7 si chiude con i liberi di De Colo. La Dinamo esce a testa altissima dal parquet: finisce 93-87.

Cska Mosca 93 – Dinamo Sassari 87

Parziali: 25-26; 25-19; 20-13; 23-29.

Progressivi: 25-26; 50-45; 70-58; 93-87.

Cska – De Colo 17, Teodosic 21, Fridzon 7, Nichols 9, Jackson, Korobkov 6, Kravtsov 1, Vorontsevich 5, Higgins 11, Kutbanov 10, Hines 6. All. Dimitris Itoudis.

Dinamo – Haynes 14, Petway 8, Logan 21, Formenti 3, Devecchi 2, Pellegrino, Marconato, Sacchetti 6, Stipcevic 4, Eyenga 19, Varnado 10. All. Marco Calvani.

 

Fonte: Ufficio Stampa Dinamo Sassari