LOADING

Type to search

Sassari resiste un tempo poi il Maccabi scappa e conquista la vittoria

Share

Finisce 79-63 il round 3 di Eurolega, la Dinamo non riesce a strappare la vittoria al Maccabi Tel Aviv nonostante l’ottimo primo tempo disputato.

Alla Dinamo Banco di Sardegna non riesce l’impresa di espugnare la Nokia Arena: nel round 3 di Eurolega trionfa il Maccabi Tel Aviv che centra la prima vittoria della regular season. I giganti biancoblu approcciano bene al match disputando un ottimo primo tempo, con il vantaggio in mano all’intervallo lungo. I padroni di casa, condotti da un grande Smith, autore di 22 punti con 5/6 da tre, mettono a referto un ottimo terzo quarto  scappando via nei primi cinque minuti dell’ultima frazione. A Sassari non bastano i 21 punti di Eyenga, conditi da 6 rimbalzi, gli 11 di Varnado, uscito per cinque falli dopo 35’, e gli 11 di Logan. Non c’è tempo per fare drammi, i giganti domani faranno rientro in Italia per focalizzarsi sulla sfida che li attende domenica al PalaSerradimigni. Il posticipo della quinta giornata sarà Dinamo- Venezia e la compagine isolana dovrà portare sul parquet quella rabbia e quella fame che oggi sono mancate in alcuni momenti e potrebbero fare la differenza.

La scena. La cornice è quella della Nokia Arena, uno dei palazzetti più caldi d’Europa: sul parquet israeliano i giganti della Dinamo Banco di Sardegna proveranno a conquistare la prima vittoria nella regular season di Eurolega. L’impresa non è facile perché l’avversario è il Maccabi Fox Tel Aviv, squadra di tradizione ed esperienza, a caccia del riscatto dopo le prime due sconfitte nella competizione europea. Tre gli ex della serata, ai quali spetta l’arduo compito di condurre la compagine isolana nel match: David Logan, Marquez Haynes e Joe Alexander.

Il match. Coach Sacchetti manda in campo Haynes, Logan, Alexander, Eyenga e Varnado , coach Goodes risponde con Farmar, Smith, Rochestie, Mbwake e Randle. È il Maccabi ad aprire i giochi con Randle, gli risponde Alexander che domina i primi minuti di gioco, complici anche le palle perse del Maccabi. Break di un Varnado in grande spolvero, tripla di Haynes ed è vantaggio biancoblu (4-11). I padroni di casa ritrovano fiducia e punti con Smith che riporta i suoi a un possesso, Sassari strappa ancora con Eyenga e Alexander. Nell’ultimo giro di cronometro i giganti abbassano l’intensità e gli israeliani ringraziano, Randle chiude il primo quarto a un solo possesso di distanza (15-17). Il Maccabi parte forte nella seconda frazione e firma un break di 10-0 che sancisce il sorpasso gialloblu. Lansberg, Randle e un 2+1 di Mbakwe (sul terzo fallo di Alexander) ed è 32-24. I sardi recuperano lunghezze con Logan, che si iscrive a referto con una tripla, ed un super Eyenga che chiude i primi 20 minuti a quota 13 punti e permette ai suoi il sorpasso. Una tripla di Smith manda i suoi negli spogliatoi in vantaggio di un possesso (35-33). Al rientro dall’intervallo lungo alla Dinamo non bastano Varnado ed Eyenga e il Maccabi scappa via condotto da Smith (ormai a quota 20 punti) fino al +11. Sassari ha difficoltà a trovare il canestro e la terza frazione si chiude 57-47. Nell’ultimo quarto i padroni di casa firmano il massimo vantaggio con Landesberg dalla lunga distanza e il tabellone dice 68-52. Alla Dinamo restano cinque minuti per provare a invertire l’inerzia del round 3: a referto per i giganti però inizialmente c’è solo Logan mentre il quinto fallo confina Varnado in panchina. Il canestro and one di Randle sembra mettere il sigillo sulla vittoria del Maccabi, la prima in Eurolega. Il tentativo di rimonta biancoblu condotto da Eyenga è inutile, il match si chiude 79-63.

Maccabi FOX Tel Aviv 79 – Dinamo Banco di Sardegna 63

Parziali: 15-17; 20-16; 22-14; 22-16.

Progressivi: 15-17; 35-33; 57-47; 79-63.

Maccabi Tel Aviv – Farmar, Smith 22, Randle 12, Yivzori, Segev, Pnini, Ohayon 10, Landesberg 11, Ofoegbu 5, Rochestie 6, Mbakwe 11, Onuaku 2. All. Guy Goodes

Dinamo Sassari – Haynes 7, Petway, Logan 11, Formenti, Devecchi, Alexander 8, D’Ercole, Marconato, Sacchetti, Stipcevic 5, Eyenga 21, Varnado 11. All. Meo Sacchetti

Arbitri: Christos Christodoulou (GRE), Juan Carlos Garcia Gonzales (SPA) e Sergey Zashchuk (UKR).