LOADING

Type to search

L’Olympiacos batte Milano ed espugna Assago 66-71

Share

Assago (Milano). Al Mediolanum Forum di Assago, l’EA7 Olimpia Milano esce sconfitta al termine di quaranta intensi minuti di pallacanestro, per mano dei greci dell’Olympiacos. Sin dal primo quarto è battaglia tra le due formazioni con Young a voler fare voce grossa sotto il canestro dei lombardi; per l’EA7 è Gentile a tenere vivi i suoi con assist ed 1vs1 che contrastano il gioco di Spanoulis e soci portando il primo quarto a chiudersi sul punteggio di 23-20 con Printezis autore proprio dell’ultimo tiro targato Reds. Nel secondo quarto di una gara che vede tornare al Forum anche l’ex Daniel Hackett, applaudito dalla curva ma fischiato dagli oltre 11.000 presenti, l’Olympiacos, grazie ad una buona difesa e qualche disattenzione in termini di falli di Hummel (2 di fila in poco tempo), riesce a mettere la testa avanti toccando il 25-29 grazie ad un canestro dell’ex Galatasaray Young. L’Olimpia non si arrende con Gentile e Macvan autori del -2 (32-34); Sfairopoulos non si fa prendere dal panico e rimette in campo per gli ultimi minuti del quarto Spanoulis e Printezis, quest’ultimo capace di avere vita troppo facile sotto le plance dell’EA7 che chiude sotto di due lunghezze il secondo quarto di gioco: 37-39. 
Al rientro dagli spogliatoi è subito Milano con capitan Gentile a firmare il canestro della parità a quota 39. I Reds non si fanno intimorire e con Printezis e Young riescono a  toccare il 42-47 caricando McLean di due falli (terzo e quarto consecutivi). L’EA7 si piega ma non si spezza e con Barac e Jenkins torna sotto 45-47 costringendo coach Sfairopoulos a chiamare time out. All’uscita dal time out gli uomini di Repesa firmano un 9-1 grazie ai canestri di Simon ed Hummel dalla media che portano il terzo quarto a chiudersi sul punteggio di 54-52.  Nell’ultimo e decisivo quarto parte bene l’Olimpia con i tiri di Simon e Gentile che valgono il 60-54; l’Olympiacos ci mette poco a riprendersi e con il solito Spanoulis accorcia le distanze fino a toccare il –1 (60-59) grazie ad una schiacciata di Young. Lawal commette il suo quarto fallo, Printezis firma il 60-62, Simon commette fallo e gli ospiti si ritrovano facilmente a +5 (60-65). Quello che è successo negli ultimi minuti è solo una rincorsa contro il tempo per provare una rimonta impossibile. L’Olympiacos vince curando i dettagli contro un’EA7 in crescita e che dovrà subito dimenticare la sconfitta per preparasi alla gara di domenica sempre al Forum contro la capolista Pistoia. Finale da Assago 66-71 con due tiri liberi segnati da Spanoulis a tempo scaduto.