LOADING

Type to search

Lokomotiv American Story! Efes sconfitto

Share

Sarà pure noiosa e monotematica nei suoi interpreti, ma la Lokomotiv Kuban passa anche ad Istanbul nel nono turno della Top Sixteen di Eurolega e stacca di fatto il pass per i quarti della massima competizione europea.
Noiosa, dicevamo, la squadra di Bartzokas, che per battere a domicilio l'Anadolu Efes si è affidata, tanto per cambiare, alla premiata ditta Delaney-Randolph. Ma, d'altro canto, chi non si affiderebbe a questi due fenomeni? (19 punti Delaney, 17 Randolph).
Per l'Efes strada in salita, iper-salita, verso i quarti: Heurtel a parte oggi la squadra di Ivkovic ha confermato una flessione decisiva per il non proseguimento nella massima competizione.
Anthony Randolph ha cercato sin da subito di marcare territorio in quel di Istanbul, trovando però le iniziali resistente dell'Efes, in Heurtel, appunto, capace di ribaltare il 6-11 iniziale in un 12-11 per i turchi andando addirittura a +3 (16-13) con Alex Tyus. Ancora Randolph, però, ha ricambiato l'andazzo della gara chiudendo il primo quarto 16-17 Lokomotiv.
La Lokomotiv ha provato poi la fuga anche grazie a Delaney e Singleton in avvio di secondo quarto (19-26), ma l'Efes ha nuovamente replicato sempre con Tyus e Derrick Brown, trovando il nuovo impatto sul 26 pari. Da qui, però, si è spenta la luce sui padroni di casa. Delaney ha assunto le vesti di mattatore, avviando uno 0-10 pesantissimo per l'Efes (26-36) chiudendo sempre a +10 (28-38) all'intervallo.
Sul velluto gli uomini di Bartzokas hanno cominciato il terzo quarto scappando a +13 (32-45) grazie a Victor Claver. Saric ha provato ad uscire dalla stasi in cui a lungo è rimasto immerso riducendo a -7 (42-49) ma ancora Delaney ha riallungato a +9 (44-53) alla chiusura del terzo quarto.
L'ultimo quarto ha inizialmente riacceso gli spiriti turchi, fino al -6 (49-55) firmato Cedi Osman. Un fuoco di paglia, pechè la Lokomotiv ha pigiato sull'acceleratore con il duo a stelle e striscie Delaney-Randolph, fino a un eloquente +13 (53-66). Un gran finale che si è trascinato fino al +15 finale che promuove la Lokomotiv Kuban e rimanda serveramente l'Efes.