LOADING

Type to search

Lo Zalgiris vince e festeggia Jankunas. Bamberg vicino all’eliminazione

Share

Nella serata di festa per il capitano Paulius Jankunas (terzo best scorer nella storia dell'Eurolega grazie ai 17 punti odierni che lo portano a 2.007 in generale) lo Zalgiris Kaunas batte 75-73 il Brose Baskets Bamberg e ottiene la sua vittoria nella Top Sixteen di Eurolega.
Un successo che non cambia molto il destino dei ragazzi di Sarunas Jankauskas, ma che lo compromette definitivamente per quelli di Andrea Trinchieri: i tedeschi, ormai, paiono eliminati.
Una gara che è risultata a lungo equilibrata con i padroni di casa che hanno sfruttato l'abbrivio iniziale per tenere a bada gli ospiti, i quali hanno provato una disperata e tardiva rimonta riuscita ma svanita a 2 secondi con il canestro decisivo di Edgaras Ulanovas.
L'inizio è stato decisamente equilibrato, con un primo scatto Bamberg (4-9) grazie a Niccolò Melli impattato sull'11 pari dal solito Vougioukas. Lo Zalgiris prende in mano la gara, allungando sul +8 (21-13) con Vecvargas e Seibutis. Un parziale che segna la gara tedesca, con Miller che accorcia per finale parziale sul 25-19.
Nel secondo quarto Wanamaker e Radosevic provano a riportare in gara il Bamberg, con uno Zisis ancora sottotono, con i lituani che faticano e gestiscono un faticoso +3 (41-38) a fine primo tempo.
Il Bamberg sembra al rientro dagli spogliatoi proseguire l'abbrivio, arrivando fino a -1 con i soliti Melli e Radosevic. A questo punto è Jerome Randle a difendere il punticino dei padroni di casa, il quale assieme a Vougioukas riesce a riallungare a +4 (59-55) a termine terzo quarto.
Il Bamberg sembra subire il colpo negli ultimi 10 di gioco, cedendo con un eloquente 2-7 (66-57) sotto i colpi del solito Vougioukas. Gara finita? Neanche per sogno! La squadra di Trinchieri è aggrappata a Niccolò Melli che riporta gli ospiti a -1 (68-67). Lo Zalgiris si aggrappa all'esperienza di Jankunas, ma cede al pari sui due liberi di Zisis. Sul 73 pari è Ulanovas a regalare la vittoria dei padroni di casa, gettando nello sconforto gli ospiti.