LOADING

Type to search

La Stella Rossa vince lo spareggio e ipoteca la qualificazione

Share

Al termine di una gara intensa e dall'andamento altalenante, la Stella Rossa si è imposta per 91 a 82 sull'Anadolu Efes nell'ottavo turno della Top Sixteen di Eurolega mettendo una seria ipoteca sulla qualificazione ai quarti di finale.
In un vero e proprio spareggio i serbi hanno avuto la meglio uscendo nel finale dopo una gara che ha visto i turchi, inzialmente imballati, in grado di mettere pressione e non solo alla squadra di Radonjic sfiorando il colpaccio. Fondamentale nel gran finale della Stella è stato a sorpresa Nemanja Dangubic, capace di innescare nell'ultimo quarto lo sprint decisivo per il successo finale.
L'avvio è stato decisamente equilibrato, con un passo avanti per volta e il duello tutto americano tra Quincy Miller e Bryant Dunston in prima pagina. Il primo strappo significativo è arrivato con una tripla di Micic che ha portato la Stella Rossa a +4 (16-12). Il giovane playmaker ha segnato l'andamento del primo quarto, portando poi al +5 di chiusura frazione (24-19).
Scosso dallo svantaggio l'Efes ha un po' temporeggiato per rimettersi in carreggiata. Nonostante il buon impatto di Diebler, i turchi sono rimasti ancora a -45 (30-25) trovando la riscossa con Dario Saric, mattatore del secondo quarto e leader nella rimonta fino alla parità (38-38). La Stella è parsa sconvolta dalla rimonta, mollando di colpo la presa sull'incontro. Crescente e impetuoso, l'Efes ha allungato con un parziale di 0-8 (38-46) a chiusura di primo tempo grazie alla doppia D, Dunston-Diebler.
Al rientro dagli spogliatoi la Stella Rossa riattacca la spina. Guduric, Miller e Zirbes accendono le chance di controrimonta (49-51), una tripla di Lazic e Miller completano il sorpasso (54-53). L'altalena di emozioni entra nel vivo: Cedi Osman riporta avanti i ragazzi di Ivkovic (57-58), Micic non ci sta (61-60). Alla fine una tripla di Balbay per l'Efes chiude un combattutissimo terzo quarto sul 63-65.
La chiave dell'ultimo quarto risponde a sorpresa al nome di Nemanja Dangubic: il 69 pari firmato dal serbo avvia un clamoroso parziale di 14-2 che porta i padroni di casa sul vantaggio di 81 a 71. Nell'Efes crolla il rendimento di Saric, nella Stella Dangubic è ispiratissimo, limita Heurtel e mette il +12 (85-73) mettendo il suo nome con quello di Guduric e Miller tra le stelle della serata. Il 91-82 spinge la squadra di Radonjic sempre più verso i quarti e mette nei guai l'Efes.