LOADING

Type to search

Impresa Baskonia! Matato il CSKA

Share

Con una gara perfetta a livello difensivo e di straordinaria intensità fisica e mentale, il Laboral Kutxa Vitoria ha superato per 81 a 71 il CSKA Mosca rimescolando in maniera netta le carte nel Gruppo F mettendo in pericolo il cammino dei russi, alla seconda sconfitta in quattro gare nella Top Sixteen di questa edizione di Eurolega.
Nella serata dedicata al ricordo di Sherron Mills, Perasovic ha saputo indirizzare la gara su un livello maschio e poco tecnico, riuscendo a limitare la qualità ospite ancora priva di Nando De Colo e con un Teodosic ben ispirato ma discontinuo, come spesso accade.
Nel primo quarto Baskonia ha impresso il marchio di fabbrica della serata: fisicità, con Ioannis Bourousis in serata di grazia e una difesa quasi impermeabile, con un eloquente parziale di 18-10 dopo i primi 10 minuti di gioco.
Il greco della formazione basca ha menato le danze anche in avvio di secondo quarto, ma la squadra di Itoudis ha tirato fuori tutte le sue armi a disposizione cominciando a tirare con successo da tre con i vari Teodosic, Higgins e Hines portando sul 34 pari il match all'intervallo. Di fatto questa è stata l'unica fase di empasse per il Laboral.
Al rientro dagli spogliatoi è salito in cattedra l'altro gran protagonista della serata, ovvero Fabien Causeur che ha cominciato la sua gran serata dai tre punti allungando a +8 sul 55 a 47. Con il CSKA, però, non si è mai al sicuro e Cory Higgins, non in serata memorabile, ha tuttavia condotto la rimonta moscovita nell'ultimo quarto fino a un fugace sorpasso sul 69 a 70. Fugace, appunto, perchè il Baskonia ha infilato un finale di autentico furore agonistico con i due eroi della notte di Vitoria, Bourousis e Causeur, che hanno letteralmente martellato su un CSKA letteralmente stordito con un parziale di 12 a 1 finale suggellato da un entusiasmante contropiede con schiacciatona di Adam Hanga che ha fatto esplodere l'Arena Fernando Buesa. Tutto è ancora in ballo nel Gruppo F.