LOADING

Type to search

Il Real mostra i muscoli e passa in Germania

Share

Con una prova di nervi e fisicità il Real Madrid ha portato a casa la fondamentale trasferta in casa del Brose Baskets Bamberg imponendosi per 90 a 86 e mettendo una seria ipoteca per la qualificazione ai quarti di finale di Eurolega.
In una gara estremamente equilibrata e decisa sul filo del rasoio l'ha spuntata la maggior esperienza della squadra di Laso, in particolare con Ayon e Felipe Reyes, vero artefice di questa vittoria.
Per Andrea Trinchieri qualche rimpiato e peccato d'inesperienza: nonostante l'ottima serata di Wanamaker, proprio il play americano si è spento nel momento clou della gara tradendo i suoi fallendo alcune giocate. Ora la qualificazione pare compromessa per i tedeschi.
La gara era cominciata con un inatteso break dei padroni di casa, un 10-0 che ha visto il nostro Niccolò Melli da subito sugli scudi e con un discreto Leon Radosevic in appoggio. Real? Non pervenuto. Maciulis e Carroll hanno provato a rianimare i Blancos, decisamente sottotono (21-12). La scossa è arrivata dai leader delle Merengues: Lllull e Reyes. Da lì la squadra spagnola ha cominciato la sua gara, portandosi a -3 (26-23) complice anche alcuni pasticci dei locali, Zisis in primis.
Nel secondo quarto si è acceso il genio ad intermittenza di Sergio Rodriguez, che prima porta a -1 gli ospiti (31-30) e poi al sorpasso completando un controbreak di 0-10. Nei locali ha iniziato a macinare gioco Bradley Wanamaker, bravo anche a togliere Zisis dal torpore portando prima a -4 (37-41) e poi a 45-46 all'intervallo.
La gara è estremamente equilibrata e procede a strappi. Ayon e Lull mandano in avvio di terzo quarto il Madrid a +10 fino al massimo vantaggio di +16 (37-53) grazie a Jaycee Carroll. Trinchieri si è affidato a quella scheggia impazzita di nome Darius Miller per tornare in gara e con 4 tiri da tre ha ridotto a -4 (60-64) la fuga Blanca. Per resistere all'assalto il Madrid l'ha messa sul piano fisico e dell'esperienza, chiamando alle armi Gustavo Ayon che ha risposto presente chiudendo a +7 (65-72) il terzo quarto.
Ma la guerra non è finita. Wanamaker con l'ausilio di Strelniekis ha incendiato nuovamente l'Arena di Norimberga portando a -1 (75-76) il divario. Il testa a testa diviene entusiasmante con il Bamberg che perviene alla parità sull'86 pari. Qui succede di tutto: Reyes mette a segno due tiri liberi, Wanamaker sbaglia da tre (disturbato da Ayon) e ancora Felipe chiude i conti. 86-90 e il Real esce vittorioso di forza e tenacia. La qualificazione ora è vicina.