LOADING

Type to search

Il derby regala speranze all’Efes

Share

Senza incantare, ma con praticità e pochi fronzoli, l'Anadolu Efes ha sconfitto il Darussafaka 72 a 68 nel derby della Wolkswagen Arena di Istanbul per il decimo turno di Top Sixteen di Eurolega.
Un successo pesante per i ragazzi di Ivkovic, che restano così in corsa per la qualificazione ai quarti e, di fatto, tagliano fuori i neroverdi da improbabili rimonte.
In una gara che non ha visto, però, un gran predominio ospite, importante è stato il ruolo del francese Thomas Heurtel, miglior realizzatore con 21 punti e termometro dell'andamento dell'Efes.
Nel Darussafaka bene Scottie Wielbekin, 17 punti che hanno spinto i Dogus alla rimonta disperata e non realizzata nel finale.
La gara comincia con un predominio del Darussafaka grazie ad Erden e Harangody per l'iniziale 9-4. Heurtel e Osman ribaltano sul 9-11, ma il primo quarto è di marca neroverde sempre con Luke Harangody che chiude sul 15-13 Dogus.
L'Efes ha, però, maggiori soluzioni, e già dal secondo quarto queste emergono nettamente. Eljah Johnson porta avanti gli ospiti 15-18, poi Dario Saric allunga a +4 (20-24). I Dogus lottano, ma Heurtel e Osman, trascinatori per gli ospiti, portano a +8 (22-30) il divario. L'Efes riesce a gestire tale margine, fino all'intervallo sul 26-34.
Al rientro dagli spogliatoi il Darussafaka tira fuori subito l'orgoglio, e approfittando di alcuni pasticci di Tyus arriva a -3 grazie al solito Harangody e a una sua tripla. Tuttavia è solo un'illusione: Cedi Osman torna sugli scudi, e l'Efes fugge a +10 (33-43). La squadra di casa, però, non molla e lotta punto a punto, grazie a Erden e Wielbekin fino al 50-55 con cui si chiude il terzo quarto.
L'Efes, nell'ultimo quarto, si appoggia all'ispirazione di Heurtel, tornando a +10 (57-67). Il finale è, però, di assoluta sofferenza, vista la vena di Wielbekin, che porta a -4 (66-70) il Darussafaka. L'Efes soffre tantissimo, rischia ma gestisce ancora con Heurtel ed esce con un 68-72 che regala una nuova speranza per le prossime giornate.