LOADING

Type to search

Il CSKA mette la quarta e supera anche il Khimki

Share

Il CSKA Mosca parte con il piede giusto nel girone di ritorno della Top Sixteen di Eurolega battendo dopo una gara intesa il Khimki 108 a 98 vendicando così la sconfitta a dicembre in casa dei rivali e mettendo un ulterirore tassello al discorso qualificazione.
Il Khimki esce a testa alta avendo combattuto a lungo contro i connazionali, ma non riuscendo praticamente mai a sopravanzare un CSKA fortemente ispirato nei suoi uomini di talento, De Colo e Teodosic in primis. La squadra di Kurtianaitis resta in corsa ma infila la terza sconfitta consecutiva, sintomo di un'evidente flessione. Di contro il CSKA ottiene il quarto successo consecutivo. Chi sale e chi scende…
I padroni di casa hanno provato a mettere subito in chiaro le cose giocando sull'asse Jackson-Kurbanov portandosi sul 9-0. Senza forzare la squadra di Itoudis ha gestito l'avvio, portandosi anche a +12 (18-6) visto il coma ospite generale, escluso il solo Tyler Honeycutt. Un sintomo di risveglio il Khimki l'ha avuto a fine primo quarto portandosi a -5 (28-23) grazie alla buona vena di Zoran Dragic e Petteri Koponen.
Nel secondo quarto si è inizialmente assistito a un tira e molla tra i due talenti Teodosic e Shved, prima con l'avvicinamento ospite (31-28) e poi con l'allungo locale (36-28). A +8 si è spenta la luce sul CSKA e si accesa quella del Khimki al nome di Tyrese Ryce, autore della rimonta e del parziale di 4-13 che ha portato al sorpasso (40-41). Un fuoco di paglia: il CSKA ha riattaccato la spina, prima con una tripla di Khryapa e poi con le giocate di Jackson e De Colo chiudendo sul 53-46 all'intervallo.
Difese allegre e fantasia al potere, il tema non cambia dopo l'intervallo e nei padroni di casa sale di tono Nando De Colo. Ma è soprattutto Milos Teodosic che scava il solco insormontabile per il Khimiki, realizzando 10 punti in 10 minuti portando prima sul +12 (72-60) e poi sul +13 (77-64) il massimo vantaggio. Il Khimki rimedia chiudendo a -11 (77-66).
Nell'ultimo quarto il CSKA chiude di fatto a inizio parziale la contesa con l'uomo del primo quarto, ovvero Kourbanov che mette la tripla del +14 (85-71). Il Khimki prova ad aggrapparsi a Koponen, autore di un'ottima prova e due triple consecutive che portano a -7 (89-82) gli ospiti. A mettere la parola fine, però, sono le triple di De Colo, Teodosic e Hines con il +16 (102-86) che sentenzia un Khimki comunque orgoglioso sempre con Koponen e Ryce con un parziale di 0-9 (102-95).
Tuttavia il CSKA riesce a gestire portando a casa sul 108 a 98 un successo che sa di qualificazione.